menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asi, fine della storia per Rollo: Mimmo Bianco nuovo presidente

La sindaca di Brindisi abbandona la seduta. Il nome dell'imprenditore di Francavilla Fontana proposto da Ncd, con l'avallo della coppia De Michele-Argese, sostenuto anche dal Pd. Placet del ministro Alfano. Sonia Rubini, della Cna, suo vice

BRINDISI – Fine della storia come presidente dell’Asi per il brindisino Marcello Rollo: al suo posto subentra l’imprenditore Mimmo Bianco di Francavilla Fontana, nome proposto dal sindaco della Città degli Imperiali, nonché capo della Provincia, Maurizio Bruno, ancora uomo del Pd. Nome che ha ottenuto la benedizione di Ncd-Area popolare dal capoluogo sino a Roma visto il placet del ministro Angelino Alfano. Ma non quella dei centristi e della sindaca di Brindisi, Angela Carluccio, che ha abbandonato la seduta.

Marcello RolloMimmo Bianco-2Vice presidente è una donna, Sonia Rubini, direttore della Cna. Terzo componente è Luigi Amati di Fasano. Revisori dei conti sono: Barbara Branca, già vice presidente del Cda Asi, Pagliarulo e Colucci.

L’investitura ufficiale, dopo le indiscrezioni sugli accordi imbastiti sullo scacchiere politico, è arrivata nel primo pomeriggio di oggi, all’esito della convocazione dell’assemblea generale in seduta straordinaria in seconda convocazione, allo scopo di ricostruire l’organo amministrativo (il Cda), ormai con mandato scaduto. Come era stato chiesto per due volte nelle ultime settimane da Bruno dopo che il 5 agosto scorso era andata deserta l’assemblea.

Da quel giorno è stato un susseguirsi di incontri, ufficiali e soprattutto ufficiosi, telefonate, lettere dai toni piuttosto aspri come quelle scritte da Bruno di rimprovero a Rollo per la sua inerzia perché avrebbe ritardato nella convocazione dell’assemblea, sino all’intervento della Regione Puglia, sotto la cui giurisdizione l’ex Consorzio Sisri opera. Risultato: oggi, nell’ultimo giorno di prorogatio (45 giorni) per il mandato di Rollo, terminato il 6 settembre, è arrivato lo stop.

E’ stato chiuso il capitolo legato alla presidenza di Marcello Rollo e ne è stato aperto un altro, sotto la guida di Mimmo Bianco, attuale segretario cittadino di Ncd-Area Popolare a Francavilla Fontana, appartenenza politica ritenuta il collante tra i centristi di Alfano, quelli che su Brindisi contano su Mimmo De Michele e Ciro Argese e a Bari su Massimo Cassano, e il Partito democratico che nonostante le tensioni interne non ha assunto alcun provvedimento ufficiale nei confronti di Bruno. Nella Città degli Imperiali il governo è assicurato dall’intesa con Ncd. Né va dimenticato il "divorzio" tra Bianco e Rollo per questioni politiche, dopo che il primo ha aderito alla corrente di Cassano e l'altro ha seguito la corrente di Ferrarese.

Non solo. Si dice che negli ultimi tempi ci sia stato un riavvicinamento del sindaco-presidente, nonché referente provinciale del partito, con Emiliano. Quel che è certo è che l’asse Ncd-Pd ha avuto come risultato l’eliminazione di Rollo: l’ex assessore regionale al Turismo non è stato ricandidato.

Il Partito Democratico si è fatto valere con la Provincia titolare del 37,04 per cento delle quote), con il Comune di Francavilla Fontana espressione del 10,36 e con il Comune di Fasano detentore del 9,97. I centristi, da intendere come gli “altri”, quelli cioè che fanno capo alla coppia Marcello Rollo-Massimo Ferrarese si sono dovuti arrendere ai numeri, dopo il tentativo di rinviare il tutto al nuovo anno, quando dovrebbe esserci il passaggio di quote  ora detenute dall’Amministrazione provinciale.

rollo ferrarese e zingarello-2A chiedere una sospensione ai fini della valutazione del rinvio, è stata la sindaca di Brindisi, Angela Carluccio, espressione politica della coppia Rollo-Ferrarese. Ci ha provato, ma alla fine ha deciso di lasciare la seduta che è andata avanti senza il rappresentante del comune capoluogo mentre da Noi Centro, il movimento cardine della Giunta brindisina, sono partite critiche.

A sferrare l’attacco è stato il coordinatore cittadino, Toni Muccio, ex consigliere comunale: “La nomina alla presidenza del Consorzio Asi di Brindisi di un candidato scelto a Francavilla Fontana appare priva di qualsiasi significato logico e ha solo il sapore di una vendetta politica che il Pd, supportato dalla Regione, ha voluto riservare alla città dopo la bruciante sconfitta elettorale”, ha scritto.

Quale sarà il futuro di Rollo? C’è chi è pronto a scommettere di vederlo a Palazzo di città. Si rincorrono voci su un presunto incarico. Solo voci. Intando dalla sede dell'Asi si apprende che questa mattina, ad inizio dei lavori, una testata giornalistica di Brindisi ha proposto una diretta streaming. Al termine della seduta, Marcello Rollo ha raggiunto Massimo Ferrarese in Centro (foto accanto).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento