menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiuso sulla costa ristorante avviato senza autorizzazione comunale

Controllo congiunti da parte dei carabinieri di Nas, Noe e servizio veterinario della Asl. Sequestrati anche quattro quintali di cozze

I carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Taranto, congiuntamente ai militari del Nucleo Operativo Ecologico di Lecce e con l’ausilio dei medici veterinari dell’Asl di Brindisi, hanno effettuato una serie di controlli in attività ristorative della costa brindisina. Nel corso delle verifiche, hanno accertato che un bar ristorante era stato avviato in assenza di registrazione all’autorità sanitaria e che la Scia (Segnalazione certificata inizio attività) presentata al Suap (Sportello unico attività produttive) del Comune interessato per l’apertura dell’attività di somministrazione alimenti e bevande, era stata rigettata per problematiche connesse alla destinazione d’uso dei locali e dei requisiti inerenti l’agibilità. I dirigenti veterinari intervenuti hanno disposto la sospensione immediata dell’attività alimentare svolta nei locali ispezionati e la chiusura dell’esercizio. Contestualmente con il personale veterinario i militari hanno proceduto al sequestro cautelativo sanitario di 396 chili di molluschi bivalvi (cozze nere, vongole ed ostriche), al fine di accertarne l’idoneità al consumo umano. Il valore della merce sequestrata ammonta a circa 2.500 euro, mentre il valore della struttura è di 500.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Attualità

    Siap, il segretario generale nazionale Tiani in visita a Brindisi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento