Cronaca

Assalto al bancomat con sparatoria: due poliziotti indagati per omicidio colposo

Atto dovuto per conferire gli incarichi per l’autopsia e la perizia balistica: da chiarire dinamica del conflitto a fuoco in cui è morto Giovanni Ciccarone, uno dei componenti del commando

BRINDISI – Omicidio colposo come ipotesi di reato di partenza nell’inchiesta sull’assalto al bancomat con sparatoria costata la vita a Giovanni Ciccarone, 50 anni, di Ostuni, uno dei componenti del gruppo: i nomi di due agenti della sezione Volanti di Brindisi sono stati iscritti sul registro degli indagati allo scopo di procedere al conferimento degli incarichi per l’esecuzione dell’autopsia  e della perizia balistica sulle armi trovate e poste sotto sequestro.

la scena dell'assalto al bancomat a Brindisi1-2-2-2

L’inchiesta

Gli avvisi di garanzia sarebbero stati notificati nella mattinata di oggi ai due poliziotti che la notte tra venerdì e sabato scorsi sono intervenuti  per primi in via Orazio Flacco, rione Commenda di Brindisi, dopo la segnalazione di un residente su un possibile furto con esplosione al bancomat dello sportello della Popolare di Bari.

Si tratta ovviamente di atti dovuti, essendo informazioni a garanzia degli stessi agenti in servizio, allo scopo di permettere loro – tramite i rispettivi avvocati – di partecipare prima al conferimento degli incarichi, poi alle operazioni peritali. L'iscrizione nel registro degli indagati aperto in Procura di presenta, quindi, come passaggio obbligato di natura tecnica.

Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Pierpaolo Montinaro, il quale procede con la dovuta cautela allo scopo di accertare la dinamica dei fatti con particolare riferimento al conflitto a fuoco.  Una pioggia: quindici colpi, stando alla primissima ricostruzione in attesa di conferma, esplosi da un fucile calibro 12 e una pistola.

Omicidio via Orazio Flacco 2 (2)-2-2-2

Le operazioni peritali

Gli accertamenti dovranno chiarire, quale arma è risultata mortale per Ciccarone, a che altezza l’ostunese è stato raggiunto dal fuoco e quindi la traiettoria dei proiettili. Bisognerà chiarire, di conseguenza, l’ulteriore aspetto legato a chi abbia aperto il fuoco diventato trappola mortale.

La famiglia di Ciccarone avrà modo di partecipare alle indagini con l’avvocato Mario Guagliani del foro di Brindisi, il penalista che in passato ha difeso l’ostunese ottenendo un’archiviazione e  un’assoluzione in due distinti procedimenti penali, uno della Procura di Bari e l’altro incardinato a Brindisi per competenza territoriale.

Gli agenti della sezione Volanti indagati potranno nominare un avvocato in modo tale da essere rappresentanti. Gli avvocati, a loro volta, potranno procedere alla nomina di consulenti di parte: medici legali e periti balistici. Gli incarichi saranno conferiti nella giornata di domani in Procura.

Nel fascicolo d’inchiesta sono state già raccolte le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza della banca. Anche il video sarà utile nella ricostruzione della dinamica della pioggia di fuoco. Gli stessi poliziotti potrebbero essere ascoltati nelle prossime ore.

polizia in via Flacco Brindisi-2-2-2

I complici

Intanto proseguono le indagini per risalire ai componenti del gruppo entrato in azione attorno alle 3, con l’obiettivo di far esplodere le postazioni bancomat: erano almeno in cinque. Quattro fuori, impegnati nelle operazioni necessari per far saltare il bancomat, uno in auto pronto a garantire la fuga. E’ stata usata un’Audi .

Ciccarone è caduto a terra. Lì lo hanno lasciato i complici. Hanno preferito mantenere la libertà raggiungendo a folle velocità la strada 379 per Bari. Quando sono stati intercettati da un’altra Volante hanno lanciato sull’asfalto chiodi, come succedeva ai tempi del contrabbando di sigarette e degli assalti al furgono portavalori.

assalto bancomat, polizia sulla 379-2-2-2

Il gruppo sarebbe indigeno, composto cioè da persone del posto tra Ostuni e Brindisi. Perquisizioni anche oggi sono state eseguite tra i due comuni, dove i residenti sono ancora sotto choc per quanto avvenuto. A Brindisi è emergenza criminalità, per quanto sia stato organizzato un servizio straordinario di controllo del territorio nel quale sono impegnate tutte le forze dell'ordine dopo l'incontro in Prefettura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto al bancomat con sparatoria: due poliziotti indagati per omicidio colposo

BrindisiReport è in caricamento