Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Via Cappuccini

Assalto al "Di Meglio": caccia ai due complici del bandito arrestato dalla Mobile

Gli agenti della Mobile erano impegnati in un servizio di prevenzione dei reati predatori quando hanno intercettato il 29enne Otello Bistone, subito dopo aver perpetrato la rapina

BRINDISI – Non è frutto del caso l’arresto del rapinatore che aveva appena assaltato il supermercato “Di Meglio” di via Cappuccini effettuato ieri (10 dicembre) dai poliziotti della Squadra mobile di Brindisi al comando del vicequestore Antonio Sfameni. Da giorni le forze dell’ordine hanno rafforzato i servizi di controllo all’esterno di supermercati e attività commerciali, in vista della consueta escalation di reati predatori che solitamente accompagna il periodo delle festività natalizie.

Gli equipaggi delle sezioni Antidroga e antirapina ieri sera stavano pattugliando il quartiere Cappuccini quando tre banditi armati di pistola e con volti coperti da passamontagna scuri, intorno alle ore 19,40, hanno fatto irruzione all’interno del discount situato di fronte all’ufficio postale, a quell’ora pieno zeppo di clienti. Una pattuglia della Mobile si è recata immediatamente sul posto, intercettando i banditi mentre si davano alla fuga dopo essersi impossessati di un contenitore contenente il registratore di cassa.

Uno di questi, il 29enne Otello Bistonte, residente al rione Perrino, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, è stato bloccato Foto Bistonte Otello-2per strada dai poliziotti, che subito lo hanno disarmato e gli hanno tolto il passamontagna. I suoi due complici sono riusciti a dileguarsi per le vie limitrofe, ma gli investigatori li stanno cercando e non è escluso che presto riescano a chiudere il cerchio.

Bistonte era armato di una riproduzione di pistola simile a quelle in uso alle forze dell’ordine, risultata poi giocattolo, ma priva del regolamentare tappo rosso.

Oltre alla pistola, i poliziotti hanno recuperato anche il bottino, abbandonato nei pressi del negozio durante la precipitosa fuga. Bistonte, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi. A suo carico pende l’accusa di rapina, aggravata dall’uso delle armi. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto al "Di Meglio": caccia ai due complici del bandito arrestato dalla Mobile

BrindisiReport è in caricamento