Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / piazza del Popolo

Assalto con Porsche alla banca Unicredit: bancomat trascinato per centinaia di metri

La banda del bancomat ci sta prendendo gusto. Lo dimostra lo spettacolare assalto perpetrato la scorsa notte ai danni dell'istituto di credito Unicredit Banca di piazza del Popolo, a pochi passi da piazza Vittoria. I malviventi hanno sradicato lo sportello con un cavo ancorato a una Porsche Cayenne e lo hanno trascinato per centinaia di metri fra le vie del centro

 BRINDISI – La banda del bancomat ci sta prendendo gusto. Lo dimostra lo spettacolare assalto perpetrato la scorsa notte ai danni dell’istituto di credito Unicredit Banca di piazza del Popolo, a pochi passi da piazza Vittoria. I malviventi hanno sradicato lo sportello con un cavo ancorato a una Porsche Cayenne e lo hanno trascinato per centinaia di metri fra le vie del centro, fino a imboccare via Porta Lecce e da lì dirigersi verso la stradina che costeggia canale Patri, passando sotto al ponte conosciuto dai brindisini come il ponte “degli albanesi” (dove i così detti “fratelli semaforo” gestivano la viabilità, prima dell’installazione di un vero e proprio semaforo).

La parte principale del bancomat è stata trovata proprio sotto al ponte. Altri frammenti si trovavano disseminati lungo il percorso seguito dai banditi. Il colpo è stato messo a segno intorno alle ore 4,30. L’antifurto di cui è dotata la filiale si è attivato immediatamente. Una pattuglia dell’istituto di vigilanza Ivri è giunta in piazza del Popolo in una manciata di minuti. Ma i ladri, nel frattempo, erano già in fuga.

Un equipaggio di poliziotti della Sezione volanti, supportato dai colleghi della Scientifica, è intervenuto per i rilievi del caso. Si è trattato di un lavoro Assalto bancomat Unicedit-2particolarmente impegnativo, visto che le forze dell’ordine hanno dovuto recuperare e catalogare decine di pezzi del bancomat, ripercorrendo la strada seguita dai banditi. Tale impresa pare sia valsa ai malfattori il (misero) bottino di 850 euro.

Sono decisamente più ingenti, invece, i danni subiti dalla banca. Già alle prime luci del giorno, sotto lo sguardo degli agenti dell’Ivri, gli operai erano entrati in azione per chiudere il vuoto lasciato dalla postazione divelta, dal quale si può accedere direttamente all’interno della filiale.

Si tratta del terzo assalto ai danni di un bancomat avvenuto in città in meno di due settimane.  Ognuno con un diverso modus operandi. Domenica 26 luglio, intorno alle ore 14, almeno tre malviventi entrarono nella banca Apulia di piazza Cairoli attraverso un buco praticato nei garage ai quali si accede da via Mazzini. L’allarme scattò immediatamente. Il tempestivo arrivo delle guardie giurate costrinse i ladri alla fuga, a mani vuote.

La notte fra il 27 e il 28 luglio, venne presa di mira la postazione Bancoposta dell’ufficio postale di via Mantegna, al Sant’Elia. In questo caso, i delinquenti tentarono di aprire la cassaforte con una fiamma ossidrica. Ma il colpo venne sventato dai poliziotti della sezione volanti.

Stavolta i banditi sono riusciti a mettere le mani sul malloppo, anche se con ogni probabilità si aspettavano di trovare ben più di 850 euro. Colpisce il fatto che lo stesso modello di auto, una Porsche Cayenne, sia stato utilizzato anche dai banditi che la notte del 28 luglio assaltarono una colonnina collegata all’impianto Self Service del distributore di benzina Tamoil situato in via Mesagne, alle porte di Mesagne. Ma al momento non vi sono elementi per stabilire un nesso fra i due episodi. Di certo gli investigatori passeranno al microscopio le immagini riprese dalle telecamere di cui è dotata la banca Unicredit e quelle degli impianti di videosorveglianza situati in città, nella speranza di imboccare quanto prima la pista giusta. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto con Porsche alla banca Unicredit: bancomat trascinato per centinaia di metri

BrindisiReport è in caricamento