Cronaca

Assalto con Tir all'area di servizio Ipercoop: polizia e vigilantes sventano il colpo

Hanno divelto con un camion la colonnina in cui si inseriscono le banconote per l'erogazione di benzina. Ma non hanno fatto in tempo a forzare la cassaforte. Sono fuggiti a mani vuote i ladri che la scorsa notte hanno tentato il colpo nell'area di servizio del centro commerciale Ipercoop Le colonne, situato sulla strada statale 7 che collega Brindisi a Taranto

BRINDISI – Hanno divelto con un camion la colonnina in cui si inseriscono le banconote per l’erogazione di benzina. Ma non hanno fatto in tempo a forzare la cassaforte. Sono fuggiti a mani vuote i ladri che la scorsa notte hanno tentato il colpo nell’area di servizio del centro commerciale Ipercoop Le colonne, situato sulla strada statale 7 che collega Brindisi a Taranto.

Non appena i malviventi hanno fatto irruzione nel distributore con il mezzo pesante, si è attivato l’antifurto collegato alla sala operativa dell’istituto di vigilanza convenzionato, la Sveviapol Sud. Sul posto si è dunque recata una pattuglia di guardie giurate, oltre a un equipaggio di poliziotti della sezione Il disttributore di benzina dell'Ipercoop-2volanti. Sorpresi dal sopraggiungere di vigilantes e forze dell’ordine, i banditi si sono dileguati, abbandonando l’autoarticolato sul posto. Nella cassaforte si trovavano circa 500 euro in banconote.

Non è la prima volta che l’area di servizio dell’Ipercoop finisce nel mirino dei ladri. La notte fra il 23 e il 24 maggio del 2014, venne utilizzato un carro attrezzi rubato, poi abbandonato nelle campagne limitrofe, per sradicare una colonnina. In quel caso, il colpo andò a segno.

La notte fra il 4 e il 5 agosto del 2013, invece, una banda di professionisti del crimine si servì di un mezzo cingolato, dopo aver sbarrato le strade d’accesso con due camion e una ruspa, per mettere le mani su una delle casseforti del caveau, racimolando un bottino fra i 100mila e i 200mila euro.

L’Ipermercato, dunque, è un obiettivo sensibile. Lo dimostrano anche le due rapine a mano armata messe a segno di recente nella galleria. La prima, la mattina del 3 dicembre, quando dei balordi armati di fucile e mazza ferrata assaltarono la gioielleria “Follie D’Oro”; la seconda lo scorso 7 gennaio, quando un malvivente solitario armato di fucile irruppe nello store “Happy casa”, aggredendo una cassiera. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto con Tir all'area di servizio Ipercoop: polizia e vigilantes sventano il colpo

BrindisiReport è in caricamento