Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Ostuni

Assaltò un supermercato con cacciavite: condannato a tre anni di carcere

E' stato condannato a tre anni e dieci giorni di reclusione il 42enne Pietro Apruzzi che il 26 settembre del 2014 perpetrò una rapina all'interno del supermercato Comes di via Monsignor Semeraro nel centro di Ostuni

OSTUNI - E' stato condannato a tre anni e dieci giorni di reclusione il 42enne di Ostuni Pietro Apruzzi che il 26 settembre del 2014 perpetrò una rapina all’interno del supermercato Comes di via Monsignor Semeraro nel centro di Ostuni.

La sentenza di condanna è stata emessa nella serata di ieri (9 dicembre) dal Tribunale di Brindisi in composizione collegiale (presidente G. Chiarelli, a latere F. Cacucci e B. Nestore). Il bandito era entrato in azione intorno alle 18 con il volto parzialmente travisato e, armato di cacciavite, aveva minacciato la cassiera appropriandosi di duecento euro contenuti nel registratore di cassa per poi darsi alla fuga a piedi nelle vie limitrofe. I carabinieri della stazione di Ostuni, coadiuvati dai colleghi della compagnia di Fasano, individuarono l'autore la sera stessa della rapina attraverso le telecamere di videosorveglianza poste all'esterno di un bar della zona. Apruzzi fu denunciato per rapina pluriaggravata e porto abusivo di oggetto atto ad offendere.

Nella mattinata di ieri, davanti ai giudici del Tribunale di Brindisi, dopo l'ascolto dei testimoni e l'arringa del difensore, l'avvocato Dario Budano, si è concluso il processo di primo grado a carico dell'uomo, con la condanna dello stesso a tre anni e dieci giorni di reclusione ed 600 euro di multa. Il pubblico ministero Dottor Pierpaolo Montinaro aveva chiesto la condanna dell'imputato a sei anni di reclusione ed euro 6mila euro di multa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assaltò un supermercato con cacciavite: condannato a tre anni di carcere

BrindisiReport è in caricamento