menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Centro Ustioni del Perrino di Brindisi

Il Centro Ustioni del Perrino di Brindisi

Assilli economici dietro la tragedia

CEGLIE MESSAPICA – E' una tragedia innescata dallo stress inoculato come un veleno nella coppia dalle vicissitudini economiche in cui molte famiglie italiane ormai si dibattono. E lo stress cova a volte il germe di atti di follia momentanei. Come quello che alle 4 del mattino in una abitazione al civico 10 di via Canonico Vito Palazzo, a Ceglie Messapica, ha colto Concetta Sisto, 46 anni, che dopo aver riscaldato dell'olio in un pentolino, lo ha versato addosso al marito nel sonno.

CEGLIE MESSAPICA - E' una tragedia innescata dallo stress inoculato come un veleno nella coppia dalle vicissitudini economiche in cui molte famiglie italiane ormai si dibattono. E lo stress cova a volte il germe di atti di follia momentanei. Come quello che alle 4 del mattino in una abitazione al civico 10 di via Canonico Vito Palazzo, a Ceglie Messapica, ha colto Concetta Sisto, 46 anni, che dopo aver riscaldato dell'olio in un pentolino, lo ha versato addosso al marito nel sonno.

Il coniuge, Cosimo Semeraro, di 49 anni, è finito in prognosi riservata nel reparto ustionati dell'ospedale Perrino di Brindisi in condizioni gravi ma non disperate. L'uomo ha riportato ustioni di secondo e terzo grado al volto, al torace, all'addome e agli arti superiori, ma non correrebbe pericolo di vita. Al momentodei fatti in casa c'erano due dei tre figli della coppia, entrambi gemelli di 14 anni (l'altra figlia maggiorenne vive altrove), e sono stati loro a chiamare il 118 dopo aver udito le urla del padre.

Entrambi infermieri, lei all'ospedale di Ceglie Messapica, lui nel reparto di neurologia del Perrino di Brindisi, pare che da tempo vivessero quasi come separati in casa, dopo problemi di carattere economico sorti in seguito alla decisione di acquistare un'abitazione. Secondo quanto accertato dagli investigatori della squadra mobile di Brindisi - guidati dal vice questore Francesco Barnaba, entrati in azione dopo l'immediata segnalazione della vicenda al posto fisso di polizia - pare non dormissero nemmeno insieme da tempo.

Accuse reciproche liti. Fino alla drammatica azione di stamani. La donna, ricoverata nel reparto di psichiatria dell'ospedale di Ceglie Messapica per stati depressivi, crisi di panico e stati d'ansia, risponde - al momento - secondo l'accusa formulata dal pm Pierpaolo Montinaro di lesioni personali gravi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sanremo, sul palco dell'Ariston anche una ballerina brindisina

Attualità

L'associazione 72019 lancia "sanvito.online", la web app dei ristoratori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Frutta e verdura di stagione: la spesa di marzo

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento