menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bobo Aprile assolto al processo per manifestazione non autorizzata

Il giudice monocratico del tribunale di Brindisi ha assolto il dirigente sindacale del Cobas, Roberto Aprile, dall'imputazione di manifestazione non autorizzata. Anche il pubblico ministero di udienza aveva chiesto l'assoluzione

BRINDISI - Il giudice monocratico del tribunale di Brindisi ha assolto il dirigente sindacale del Cobas, Roberto Aprile, dall'imputazione di manifestazione non autorizzata. Anche il pubblico ministero di udienza aveva chiesto l'assoluzione. Bobo Aprile è stato difeso dall'avvocato Mauro Masiello. Il processo si era aperto il 14 ottobre. Tra i testimoni, il consigliere comunale di Brindisi Bene Comune, Riccardo Rossi, e l'altro sindacalista Cosimo Esposito.

Il caso era collegato alla manifestazione del 29 settembre 2014, organizzata alla vigilia della prima udienza del processo per il blocco del cantiere Monteco, all'epoca società incaricata del servizio di igiene urbana, da parte del comitato dei disoccupati guidato dalla stesso dirigente del Cobas. Il tema della manifestazione era "Le lotte per il lavoro non si arrestano", e vi aderirono varie associazioni. L'autorizzazione fu chiesta al Comune di Brindisi, ma non alla questura.

Sulla base di questo mancato preavviso alle autorità di pubblica sicurezza, Bobo Aprile fu denunciato dalla Digos, e poi rinviato a giudizio. Ma per il magistrato giudicante, ed anche per il rappresentante della pubblica accusa in giudizio, l'imputato andava assolto. Le motivazioni saranno depositate entro i canonici 90 giorni da oggi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento