Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Finisce a processo per minacce a una donna: arriva l’assoluzione

Un 26enne di Carovigno era stato rinviato a giudizio per un fatto avvenuto nel luglio 2017. Per la difesa, inattendibili le dichiarazoni della parte offesa

CAROVIGNO – Si è concluso con una sentenza di assoluzione un processo nei confronti di un 26enne di Carovigno, Mirco Scatigna, accusato di minacce nei confronti di una donna. Il giudice del tribunale di Brindisi, Anna Guidone, ha assolto l’imputato, difeso dall’avvocato Gianmarco Lombardi, perché il fatto non sussiste. 

I fatti risalgono al 28 luglio 2017. Secondo l’accusa, da quanto si legge nel decreto di citazione diretta a giudizio emesso nel gennaio 2018, Scatigna, in una occasione, “con fare minaccioso” si sarebbe alzato la maglietta mostrando alla persona offesa “una non meglio individuata pistola (arma giocattolo o arma vera) custodita sotto la cintura, portandosi al contempo il dito della mano destra all’altezza degli occhi”. In un’altra occasione, invece, il giovane avrebbe proferito nei riguardi della donna una frase infarcita di offese, culminata nella seguente minaccia: “Sto andando a prendere la pistola che ti devo andare a sparare in fronte come gli infami”. 

Nel corso del processo, la difesa ha sostenuto l’assoluta inattendibilità delle dichiarazioni rese dalla persona offesa. Il pm aveva chiesto una condanna a sei mesi di reclusione. Scatigna è ristretto dallo scorso gennaio presso la casa circondariale di Brindisi, a seguito di un’ordinanza di custodia cautelare emessa a suo carico nell’ambito dell’operazione Bronx. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce a processo per minacce a una donna: arriva l’assoluzione

BrindisiReport è in caricamento