Cronaca

Attentati a Bruxelles: aumentano i controlli anche nell'aeroporto di Brindisi

Anche nell'aeroporto di Brindisi sale ulteriormente il livello di sicurezza a seguito degli attentati che stamani si sono verificati presso l'aeroporto di Bruxelles Zaventem e in due delle fermate principali della metropolitana della capitale belga

BRINDISI – Anche nell’aeroporto di Brindisi sale ulteriormente il livello di sicurezza a seguito degli attentati che stamani si sono verificati presso l’aeroporto di Bruxelles Zaventem e in due delle fermate principali della metropolitana della capitale belga, provocando un numero di morti ancora non ben definito, ma purtroppo ingente.

In tutti gli scali aeroportuali è stato disposto un aumento dei controlli. In quello di Brindisi il livello di allerta era già stato innalzato dopo gli attentati che lo scorso novembre colpirono Parigi. Il dirigente della polizia di Frontiera di Brindisi, il vicequestore Mario Marcone, riferisce che “questo evento ci fa scattare ancora di più la soglia di attenzione".

“Stiamo vedendo – prosegue Marcone - di racimolare forze interne per poter in qualche modo fronteggiare questa emergenza, che comunque non coinvolge direttamente il nostro aeroporto”.

Va infatti chiarito che non ci sono minacce dirette per gli aeroporti italiani, ma i fatti di Bruxelles non possono non indurre delle riflessioni su quello che potrebbe accadere ovunque, anche in Italia. Nell’ambito del potenziamento dei controlli nello scalo brindisino, sono stati utilizzati anche gli artificieri e le unità cinofile. 

I poliziotti impegnati nei controlli in aeroporto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentati a Bruxelles: aumentano i controlli anche nell'aeroporto di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento