menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gianni Miglietta

Gianni Miglietta

Attentato, scoperto altro droga-shop

SAN DONACI – Continuano i controlli e le perquisizioni a carico di soggetti ritenuti sospetti nell'ambito del traffico illecito di sostanze stupefacenti e dei reati legati alla criminalità nel territorio di San Donaci. La notte scorsa nell'ambito di questo genere di servizi sono finiti in manette due conviventi di San Donaci, Gianni Miglietta di 27 anni e Antonella Pera di 31. Sono stati trovati in possesso di 50 grammi di cocaina e 45 di marijuana oltre a vario materiale per il confezionamento.

SAN DONACI - Continuano i controlli e le perquisizioni a carico di soggetti ritenuti sospetti nell'ambito del traffico illecito di sostanze stupefacenti e dei reati legati alla criminalità nel territorio di San Donaci. La notte scorsa nell'ambito di questo genere di servizi sono finiti in manette due conviventi di San Donaci, Gianni Miglietta di 27 anni e Antonella Pera di 31. Sono stati trovati in possesso di 50 grammi di cocaina e 45 di marijuana oltre a vario materiale per il confezionamento.

I controlli nel piccolo comune del Brindisino si sono intensificati dopo l'attentato dinamitardo ai danni del maresciallo della stazione dei carabinieri Francesco Lazzari di cinque giorni fa quando ignoti fecero esplodere un ordigno artigianale ad alto potenziale davanti al portoncino di ingresso della futura abitazione del sottoufficiale, in via Pio La Torre a Cellino San Marco.

Lazzari è impegnato insieme ai colleghi della compagnia di Francavilla Fontana e ai militari del nucleo investigativo del comando provinciale di Brindisi nelle indagini riguardanti l'omicidio di Antonio Presta 29enne del posto, avvenuto la sera del cinque settembre scorso in via Walter Tobagi. Il maresciallo nel corso dell'attività investigativa ha eseguito numerosi sequestri di droga e arresti.

La criminalità ha risposto con una sua bomba e ora i carabinieri alzano il tiro, eseguendo perquisizioni e controlli a tappeto. La notte scorsa i militari della stazione di San Donaci si sono avvalsi della collaborazione dei militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Francavilla Fontana, del 11° Battaglione CC "Puglia" di Bari e delle unità dei Nuclei cinofili di Modugno (BA) e Tito (PZ). Nell'abitazione di Miglietta sono stati trovati cinquanta grammi di cocaina e 45 di marijuana.

Dopo le formalità di rito l'uomo è stato condotto nel carcere di Brindisi mentre la donna, su disposizione dell'Autorità giudiziaria, è stata sottoposta agli arresti domiciliari. Ma nel pomeriggio di oggi alla presenza del legale di fiducia dei due indagati, l'avvocato Raffaele Missere, ha avuto luogo l'interrogatorio di convalida dell'arresto davanti al gip Giuseppe Licci. Miglietta resta in carcere mentre la sua compagna è stata rimessa in libertà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento