menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrivata la nave con 347 migranti salvati nel Canale di Sicilia

La Topaz Responder è attraccata presso la banchina di Sant'Apollinare nel primo pomeriggio. Le donne sono 30, i minori sette. Gli stranieri verranno smistati in Calabria, Campania, Trentino Alto Adige, Liguria, Umbria e veneto.

BRINDISI – E' arrivata nel porto di Brindisi intorno alle ore 16 una delle navi che hanno preso parte alle numerose operazioni di soccorso avvenute in questi giorni nel Canale di Sicilia. Sono 347 i migranti a bordo della Topaz Responder, in uso all’associazione Moas (Migrant offshore aid station).

L’imbarcazione, come di consueto, è approdata presso la banchina di Sant’Apollinare, a poche decine di metri dal capannone ex Montedison. Ad attenderla c’era il solito, imponente, dispiegamento di forze dell’ordine, volontari del 118, della Croce Rossa e della Protezione civile, mediatori culturali e rappresentanti degli enti coinvolti (prefettura, Autorità portuale, Capitaneria di porto). I naufraghi soccorsi dalla Topaz provengono in gran parte da vari paesi africani, oltre a Pakistan, Bangladesh e Siria. Le donne sono circa 30, di cui due in dolce attesa, i minori 7. Tutti sono stati sottoposti a un primo screening sanitario in banchina. Le loro condizioni fisiche sono buone, salvo alcuni casi di disidratazione.

Una volta completate le operazioni di identificazione e fotosegnalazione, gli stranieri verranno smistati a bordo di pullman presso centri di accoglienza situati in Calabria, Campania, Molise, Veneto, Piemonte, Liguria.

Stando ai numeri forniti dalle Nazioni unite, il 2016 è stato finora un anno record per quanto riguarda gli arrivi. Con 153.450 si registra infatti il 10 per cento in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e si supera di 1.300 persone il totale segnato nel 2014, che alla fine, con 170mila sbarcati, diventò l'anno con il maggior numero di arrivi. Ed i numeri sono ancora più imponenti se si considerano le migliaia di persone recuperate negli ultimi tre giorni fra la Libia e la Sicilia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento