Forse collegata a traffici di droga l'auto bruciata a Cerano

La zona del bosco e la costa sono state spesso teatro di sbarchi di stupefacenti e clandestini

BRINDISI – Perlustrazioni, stamattina, sul luogo dove nella tarda serata di ieri è stata abbandonata e data alle fiamme da ignoti un’Audi con targa bulgara, dettaglio annotato da polizia e vigili del fuoco durante le operazioni di spegnimento, per evitare che il rogo si estendesse alla macchia e alle piante del bosco di Cerano, a sud del capoluogo.

Non si può escludere che l’auto potesse in qualche modo essere coinvolta in attività di sbarco di droga o clandestini: la zona, sito abituale da anni di questo genere di attività illegali sulla rotta Albania – Salento, potrebbe essere stata interessata da movimenti sospetti anche nella prima serata di mercoledì 19 febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento