rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Auto in fiamme su contatore del gas

BRINDISI – Un'auto in fiamme che si muove lungo la strada fino a fermarsi contro un'altra e incendiarla con le lingue di fuoco che arrivano a lambire un contatore ed una tubazione del gas. Paura all'alba in via Malta al rione Cappuccini a Brindisi. Erano le 5 del mattino circa quando uno scoppio ha seminato il panico tra gli abitanti della zona.

BRINDISI - Un'auto in fiamme che si muove lungo la strada fino a fermarsi contro un'altra e incendiarla con le lingue di fuoco che arrivano a lambire un contatore ed una tubazione del gas. Paura all'alba in via Malta al rione Cappuccini a Brindisi. Erano le 5 del mattino circa quando uno scoppio ha seminato il panico tra gli abitanti della zona.

Fuori per strada c'era l'Opel 106 di proprietà di un agricoltore che è stata completamente distrutta dalle fiamme. L'incendio ha avvolto anche un'altra auto, una Opel Astra che ha iniziato a muoversi sino ad avvicinarsi all'abitazione. Le fiamme hanno lambito il contatore del gas, ma anche il portone d'ingesso di una casa.

Immediato l'intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi, la prima auto è andata distrutta la seconda invece bruciata solo la parte posteriore. Gli abitanti della zona hanno temuto il peggio in quanto le fiamme hanno coinvolto un contatore del gas, ma i pompieri hanno evitato il peggio. Non si hanno certezze sulla natura dell'incendio, ma il dubbio fondato è che l'origine sia dolosa, visto che l'auto era stata parcheggiata nel pomeriggio di ieri intorno alle 18 ed è andata a fuoco il mattino dopo.

Con tutto il freddo della notte certamente, nessuno crede ad un surriscaldamento o ad un corto circuito. Sul fatto indagano i carabinieri di Brindisi. Il proprietario dell'auto un agricoltore non sa spiegarsi cosa sia accaduto. Mentre la gente del posto ha paura e punta il dito sulla mancanza del lavoro e sul fatto che ci siano troppi giovani nullafacenti in giro che per occupare il tempo delinquono o incendiano le auto di gente tranquilla.

La vittima del rogo è infatti una persona specchiata senza alcun precedente penale. Ma il racket non fa questi distinguo. Ed è ora che si riconosca che a Brindisi c'è anche una forte ripresa delle trame estorsive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto in fiamme su contatore del gas

BrindisiReport è in caricamento