menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I vigili urbani ascoltano i testimoni

I vigili urbani ascoltano i testimoni

Auto pirata travolge anziano e si dilegua/ Video

BRINDISI – Ha travolto un anziano e non si è fermato a prestare soccorso. I vigili urbani sono sulle tracce di un giovane automobilista che questo pomeriggio ha investito un pensionato brindisino, l’82enne D.S., all’altezza dell’incrocio fra via Marche e via Calabria, al rione Commenda.

BRINDISI - Ha travolto un anziano e non si è fermato a prestare soccorso. I vigili urbani sono sulle tracce di un giovane automobilista che questo pomeriggio ha investito un pensionato brindisino, l'82enne D.S., all'altezza dell'incrocio fra via Marche e via Calabria, al rione Commenda. Soccorso subito dal personale del 118, il malcapitato è stato accompagnato verso il Pronto soccorso dell'ospedale Perrino con un ematoma al cranio (video).

L'episodio si è verificato poco dopo le 16. Stando a una prima ricostruzione dell'accaduto, pare che D.S., residente a pochi passi dal luogo dell'investimento, fosse intento ad attraversare la strada proprio in corrispondenza del crocevia. Due testimoni, un uomo e una donna, riferiscono che l'anziano sarebbe stato centrato da una macchina di colore blu proveniente in retromarcia da via Marche. Non è chiaro se il conducente fosse alle prese con una manovra di parcheggio, o se invece intendesse svoltare verso via Calabria. Sta di fatto che l'individuo, subito dopo l'impatto con il pedone, ha tirato dritto.

Una persona gli ha urlato di fermarsi. Ma non c'è stato nulla da fare. L'automobilista si è infatti dileguato nel dedalo di strade comprese fra viale Commenda e via Sicilia. La vittima, fortunatamente, nonostante una brutta botta alla testa, è rimasta sempre vigile e cosciente. In ospedale, ad ogni modo, verranno effettuati una serie di accertamenti volti a escludere l'eventuale presenza di lesioni interne.

Risalire all'identità dell'investitore non sarà semplice. I testimoni, del resto, sono riusciti ad annotare solo alcuni numeri di targa. Stando al sommario identikit fornito dagli stessi, dovrebbe trattarsi di un giovane con i capelli corti di colore scuro, che indossava un giubbino. Le indicazioni, insomma, sono scarne. E le forze dell'ordine non potranno neanche contare sul supporto delle telecamere di sorveglianza, visto che la zona ne è sprovvista.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento