menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il fucile sequestrato a S.Pancrazio Salentino

Il fucile sequestrato a S.Pancrazio Salentino

Auto rubata e fucile, arresto e denunce

SAN DONACI – Ruba una Fiat Punto a un pensionato e la nasconde nelle campagne con all'interno strumenti per lo scasso, ma viene identificato e arrestato. In manette con l'accusa di furto aggravato nella serata di ieri ci è finito un 25enne di San Pancrazio Salentino, Giuseppe Luigi Screti, incensurato.

SAN DONACI - Ruba una Fiat Punto a un pensionato e la nasconde nelle campagne con all'interno strumenti per lo scasso, ma viene identificato e arrestato. In manette con l'accusa di furto aggravato nella serata di ieri ci è finito un 25enne di San Pancrazio Salentino, Giuseppe Luigi Screti, incensurato.

Nei pressi dell'auto, inoltre, sono stati trovati un fucile calibro 12 con matricola abrasa e calciolo e canne sezionate, quattro cartucce dello stesso calibro caricate a pallini, varia attrezzatura per l'effrazione e lo scasso oltre a indumenti per il travisamento. L'autore del furto avrebbe agito con l'aiuto di un 17enne e nella vicenda sarebbero coinvolte anche due giovani donne. Il minorenne, che pare si sia accollato la proprietà del fucile, oltre all'arresto per furto aggravato, è stato denunciato per ricettazione e detenzione di armi clandestine.

Una delle ragazze, invece, sarebbe stata denunciata per favoreggiamento. L'auto oggetto del furto di cui sono accusati i due giovani è stata rubata ieri sera in via dei Cristofari a San Donaci. Le indagini per l'identificazione dei responsabili sono state avviate immediatamente ed è così che i carabinieri sono arrivati all'identificazione dei due. Se quell'auto e quell'equipaggiamento (l'arma e le munizioni sono state individuate nella vicina contrada Sperti) sarebbero serviti a qualcuno per mettere a segno qualche colpo, è oggetto di indagini.

Non si esclude, infatti, che i due giovani finiti in manette nella serata di ieri, siano la pedina di qualche altro malvivente o qualche altra organizzazione criminale. Dopo le formalità di rito il 25enne è stato assegnato agli arresti domiciliari e il minorenne al centro di prima accoglienza di Monteroni (Le).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento