Cronaca

Alla "Conchetta" bagnanti all'opera per tenere pulita la spiaggia

Nonostante le polemiche che ultimamente tediano Brindisi e brindisini circa l'inciviltà e l'incuranza nei confronti delle spiagge, vi sono ancora cittadini coscienziosi che invece si adoperano, con amore e diligenza, per la propria spiaggia

BRINDISI - Nonno, Mimino, il nipotino Omar, e combriccola appresso hanno ripulito quella che in città è conosciuta come la conchetta, una piccolissima insenatura che si trova sulla litoranea nord, tra Lido della polizia e Lido del carabiniere. Per Nonno Mimino questo posticino da trent’anni, rappresenta un angolo di paradiso in cui far crescere e condividere l’amore per il mare con suo nipote Omar e prima di lui la sua mamma.

conchetta 1-2

Una piccola oasi la definiscono, l’unica spiaggia libera rimasta a Brindisi, frequentata da pochi affezionati. Si conoscono tutti e sono conosciuti anche proprio per la loro eccezionale organizzazione. Non manca nulla a nonno Mimino: spiaggine, seggiole, ombrelloni, frigo, fornacette e tanto di gruppo elettrogeno, che fino all’imbrunire illumina le serate estive della bella compagnia tra grigliate e risate, quasi da far invidia ai residenti e al vicinato.

Mimino e il suo compare Gino, nel video servizio illustrano però alcuni piccoli disagi, come l’assenza di un bagno, almeno per le donne, un po’ di sicurezza stradale in più per tutelare i passanti, dato che la conchetta si trova proprio a ridosso della careggiata.

“Noi, il nostro posto - cosi lo chiamano Gino e Mimino – lo abbiamo ripulito pulito con zappetta e buste e abbiamo tolto erbacce e rifiuti. Se ognuno di noi gettasse i rifiuti nei sacchetti, la nostra litoranea farebbe invidia alle tanto decantate  spiagge del basso Salento”.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla "Conchetta" bagnanti all'opera per tenere pulita la spiaggia

BrindisiReport è in caricamento