Cronaca

Ecologica pugliese: paghe ancora in ritardo, nasce un comitato di lavoratori

Stanchi dell'ennesimo ritardo nel pagamento degli stipendi circa cinquanta lavoratori della ditta Ecologica Pugliese si sono raggruppati in un comitato

BRINDISI – Stanchi dell’ennesimo ritardo nel pagamento degli stipendi (il termine del 15 è scaduto ieri, ma ancora non è stata versata la mensilità di maggio) circa cinquanta lavoratori della ditta Ecologica Pugliese, appaltatrice del servizio di raccolta dei rifiuti e di nettezza urbana per conto del Comune di Brindisi, si sono raggruppati in un comitato sorto con l’obiettivo di “agire nelle sedi più opportune – recita un comunicato del comitato - e di indire azioni legali affinché venga salvaguardato il loro sacrosanto diritto a percepire il salario alla fine del mese”. 

Attraverso una nota giunta in redazione, il comitato segnala una serie di problematiche, fra cui “la carenza di guanti, di mascherine di scarpe antinfortunistiche, dispositivi di protezione e di indumenti estivi”. Fra le file del comitato, da quanto si legge nella nota, figurano lavoratori rappresentati dai sindacati Cobas, Uil e Ugl, che hanno fatto “fronte unico per reclamare quanto dovuto ai lavoratori”, fra cui i pagamenti delle cessioni del quinto, “avvenuti solo 15 giorni addietro dopo che in molti, attraverso i propri legali, hanno agito con i decreti ingiuntivi”. 

Ma nonostante le azioni legali già intraprese (e di cui la stazione appaltante, il Comune di Brindisi, è stata messa al corrente) “dal lontano dicembre 2015 ad oggi – si legge ancora nella nota del comitato - non è stata versata alcuna rata di Tfr ai fondi di previdenza, perdendo così gli interessi essendo fondi d'investimento". Il comitato rimarca delle problematiche anche per quanto concerne la gestione del personale, “perché se gli organi competenti facessero il loro dovere di controllo – si legge nella nota - emergerebbe che vengono date giornate di ferie solo ad alcuni, mentre la restante parte dei lavoratori è costretta a sobbarcarsi carichi di lavoro raddoppiati”.

E poi c’è l’annosa questione dei ritardi nel versamento degli stipendi. “Ogni mese – riferisce il comitato - puntualmente il 13 o il 14, escono a galla gli imprevisti (così vengono definiti dall'azienda)”. E’ per far valere i propri diritti, dunque, che i lavoratori hanno deciso di unirsi in un comitato. “Chiedendo il supporto di quelle sigle sindacali che vogliono aderire – si legge ancora nella nota - nei prossimi giorni inizieremo una vera lotta contro Ecologica in tutte le sedi più opportune, invitando il signor prefetto, il signor questore, i signori responsabili del settore Ecologia e Ambiente, oltre al nuovi sindaco, a far sì che una volta per tutte si risolva questa incresciosa situazione”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecologica pugliese: paghe ancora in ritardo, nasce un comitato di lavoratori

BrindisiReport è in caricamento