menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Auto si ribalta dopo scontro con un muretto: paura per la conducente

La scena dell’incidente è da brividi, con quell’auto ridotta a groviglio di lamiere riversa su un muretto che delimita la carreggiata. Ma per fortuna non ha riportato gravi ferite una 38enne di Maruggio (Taranto) che nel pomeriggio di oggi ha perso il controllo della sua Peugeot 208 di colore scuro mentre procedeva sulla strada provinciale che collega Ostuni a Rosa Marina

OSTUNI  – La scena dell’incidente è da brividi, con quell’auto ridotta a groviglio di lamiere riversa su un muretto che delimita la carreggiata. Ma per fortuna non ha riportato gravi ferite una 38enne di Maruggio (Taranto) che nel pomeriggio di oggi (3 gennaio) ha perso il controllo della sua Peugeot 208 di colore scuro mentre procedeva sulla strada provinciale che collega Ostuni a Rosa Marina.

L’asfalto era viscido a causa della pioggia. Questo con ogni probabilità ha giocato un brutto scherzo all’automobilista. Erano circa le ore 15 quando le gomme hanno perso aderenza sul terreno. A quel punto la macchina, ormai ingovernabile, è finita sul muretto ribaltandosi nelle campagne. La parte Incidente Ostuni Rosa Marina 3-2anteriore del veicolo si è quasi accartocciata a seguito dell’impatto con il fabbricato. Il paraurti si è staccato dalla sua sede. Il parabrezza ha si è rotto. Anche la fiancata lato guidatore ha subito evidenti danni.

Ma la conducente fortunatamente era vigile e cosciente quando è stata soccorsa da personale del 118 giunto sul posto a bordo di un’ambulanza. Poi sono intervenuti anche i vigili del fuoco del distaccamento di Ostuni, i poliziotti del locale commissariato e gli agenti della polizia municipale.

L’infortunata è stata condotta in ospedale. Per lei solo qualche contusione e un enorme spavento.

Incidente Ostuni Rosa Marina 2-2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento