Automobilista investe cane e fugge, una donna lo salva: ora cerca casa

E’accaduto nella mattinata di oggi, sabato 25 gennaio. Il cane ha riportato fratture a bacino e femore e un’emorragia interna

SAN PIETRO VERNOTICO – Una scena che non avrebbe mai voluto vedere ma soprattutto che non si sarebbe mai aspettata di vedere: mentre percorreva la provinciale San Pietro-Brindisi, un’auto che la precedeva ha investito un cane randagio che si trovava sul ciglio della strada. E’ quanto accaduto nella mattinata di oggi, sabato 25 gennaio, a una sampietrana che si stava recando in aeroporto per prendere il figlio e la nuora. Al ritorno ha trovato l’animale ferito, lo ha preso e portato dal veterinario. Il cane ha riportato fratture a bacino e femore e un’emorragia interna.

“Una Fiat Punto di colore verde ha sterzato improvvisamente centrando in pieno quel povero cane. Mi sono fermata e l’animale non c’era, inizialmente ho pensato che non era stato colpito, poi un contadino che come me ha assistito alla scena mi ha fatto vedere che era finito in un canale”. La donna, quindi, ha subito chiamato carabinieri e Polizia Locale spiegando l’accaduto e indicando il punto preciso dell’investimento: all’altezza del macello, dopo l’ex Sporting Club Jasmine.

investimento cane-2

“Al ritorno dall’aeroporto però il cane era ancora lì, ferito. Mio figlio e la sua fidanzata non hanno esitato a fermarsi, lo hanno caricato in auto e non trovando veterinari disponibili su San Pietro lo hanno portato in una clinica a Lecce. Gli sono state riscontrate fratture e un’emorragia. Dovrà essere sottoposto a diversi trattamenti e cure. Ho fotografato le tracce lasciate dagli pneumatici e raccontato tutto ai carabinieri che cercheranno di individuare il responsabile”.

Gli agenti della Polizia locale insieme al veterinario che opera in convenzione con il Comune di San Pietro Vernotico, nel lasso di tempo in cui l'automobilista era in aeroporto si sono recati sul posto non trovando il cane segnalato, probabilmente anche per le indicazioni non precise. 

Il cane, un meticcio di circa due anni, ora cerca casa. “Io non posso tenerlo, non ho spazio, non so dove portarlo una volta guarito. Mi hanno detto i veterinari che è un cane dolcissimo e mansueto, non capisco perché tanta crudeltà nei confronti degli animali indifesi. Gesti di questo genere non devono restare impuniti anche se mi rendo conto che sarà molto complicato individuare il responsabile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Un contributo a fondo perduto fino a 40mila euro per gli artigiani

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Altri 16 alunni positivi nel Brindisino: chiusa una scuola media

  • Covid, l'avanzata del virus in Puglia: aumentano i nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento