Due automobilisti senza patente, uno in stato d'ebrezza: tre denunce

E' il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato dai carabinieri della compagnia di Brindisi

BRINDISI - Tre automobilisti sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri della compagnia di Brindisi nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio. I militari hanno effettuato posti di controllo e perquisizioni in diversi quartieri cittadini, per prevenire i reati contro il patrimonio e lo spaccio di stupefacenti, oltre a vigilare sulla sicurezza della circolazione stradale lungo le arterie più trafficate. 

Un 37enne del posto è stato fermato poco dopo la mezzanotte, in corso Roma, dai carabinieri della Sezione radiomobile, mentre guidava una Opel Astra intestata alla madre. Sottoposto ad accertamento per la verifica dello stato di ebbrezza, gli è stato riscontrato un tasso alcolemico pari a 0,85 G/L. La patente è stata ritirata e il veicolo affidato al congiunto. 

In Piazza Del Vento, gli stessi i militari della Sezione radiomobile, hanno denunciato in stato di libertà, per reiterazione nella guida senza patente, un 25enne e un 34enne del posto, che procedevano alla guida rispettivamente di una Nissan Micra e di una Ford Fiesta. 
Sprovvisti della patente di guida poiché mai conseguita, entrambi erano già stati contravvenzionati nel biennio per la stessa violazione. I proprietari delle due autovetture sono stati inoltre denunciati per il reato di “incauto affidamento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento