menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo scooter dei banditi

Lo scooter dei banditi

Banda dello scooter, complici identificati

BRINDISI – Si stringe il cerchio intorno al complice di Pierluigi Brina, il 21enne arrestato per la tentata rapina al supermercato Dok situato sulla Strada statale 7. Gli investigatori stanno guardano una per una le immagini riprese dalle telecamere.

BRINDISI - Si stringe il cerchio intorno al complice di Pierluigi Brina, il 21enne arrestato per la tentata rapina al supermercato Dok situato sulla Strada statale 7. Gli investigatori stanno guardano una per una le immagini riprese dalle telecamere del discount, confrontandole con quelle dei vari impianti di videosorveglianza dei supermercati (se ne contano quasi una decina) finiti nel mirino della così detta banda dello scooter.

Gli agenti della Squadra mobile tengono d'occhio un gruppo di ragazzi già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio. E non stanno cercando un solo uomo. I poliziotti, infatti, nutrono la convinzione che la banda sia composta da almeno 4-5 individui che di volta in volta stabiliscono l'obiettivo da colpire, utilizzando strumenti (scooter, passamontagna, pistola, guanti) condivisi.

Brina, nel corso dell'interrogatorio di convalida dell'arresto svoltosi stamani davanti al gip Maurizio Saso, non ha voluto fare il nome del suo complice e ha ribadito che quella ai danni del Dok, è stata la prima e unica rapina della sua vita. Il brindisino è stato fermato la sera stessa del tentato colpo grazie all'intervento dei funzionari di polizia Vincenzo Zingaro e Gianluigi Lenti (che si trovavano all'interno del supermercato al momento dell'irruzione e sono riusciti a sventare il colpo esplodendo 3 colpi di pistola in aria) e al fiuto degli uomini in forza alla Sezione antirapina diretti dal vicequestore Giancarlo Di Nunno.

Tessera dopo tessera, dal mosaico investigativo comincia a emergere un quadro chiaro dell'escalation di rapine iniziata lo scorso 14 settembre, con il colpo al Metà di largo Angioli. Il cerchio, presto, potrebbe chiudersi.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento