Bandita la vendita illegale di animali

BRINDISI – Arriva il divieto per la vendita e l'esposizione illegale di animali vivi in occasione della festa patronale di San Teodoro D'Amasea e per quella rionale Ave Maris Stella, in programma dal 27 agosto al 10 settembre a Brindisi. Come se l'illegalità non fosse già di per se vietata. L'ordinanza, a firma dell'assessore anziano Carmela Lomartire, è la numero16 del 14 agosto scorso. Appena sfornata, quindi.

Una bancarella di animali alla festa patronale di Brindisi

BRINDISI – Arriva il divieto per la vendita e l'esposizione illegale di animali vivi in occasione della festa patronale di San Teodoro D'Amasea e per quella rionale Ave Maris Stella, in programma dal 27 agosto al 10 settembre a Brindisi. Come se l'illegalità non fosse già di per se vietata. L'ordinanza, a firma dell'assessore anziano Carmela Lomartire, è la numero16 del 14 agosto scorso. Appena sfornata, quindi.

Si rivolge a tutti coloro che intendono vendere canarini, pesci rossi, tartarughe, pulcini, ma anche coniglietti, criceti e altri animali, senza possedere le dovute autorizzazioni. L'Associazione Italiana in Difesa di Animali e Ambiente, il 16 luglio scorso ha espressamente chiesto all'amministrazione di Brindisi, attraverso un comunicato, “l'adozione di misure a tutela degli animali posti in vendita con le modalità di commercio su aree pubbliche”.

Il primo cittadino ha risposto con un'ordinanza che rafforza le disposizioni di tutta una serie di leggi a tutela degli animali. Banditi quindi gli ambulanti “fai da te” che fino allo scorso anno si incontravano tra le bancarelle di casalinghi e quelle di frutta secca. E’ inoltre impedito “porre in premio o omaggio animali vivi”, mentre vige l’obbligo per i commercianti autorizzati “di osservare tutte le prescrizioni previste dalla per la tutela della salute degli animali”.

Ciò perché “le caratteristiche modalità di svolgimento delle manifestazioni in questione determinano per gli animali condizioni di oggettiva sofferenza per la ristrettezza degli spazi, le sollecitazioni delle temperature oscillanti nell’arco della giornata, l’esposizione alla confusione e rumorosità, circostanze che si ripercuotono sul benessere degli animali”.

A far rispettare le regole ci penseranno gli agenti municipali che multeranno i trasgressori e, in caso di maltrattamenti, si occuperanno di effettuare le opportune segnalazioni all’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento