menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina all'interno dello Zoo Safari: banditi armati in fuga con l'incasso

Due uomini hanno bloccato un dipendente, facendosi consegnare un trolley pieno di banconote ritirate dalle casse

FASANO – Rapinatori in azione all’interno dello Zoo Safari di Fasano. E’ accaduto intorno alle ore 14:30 di oggi (domenica 20 settembre). Due uomini con volto coperto da passamontagna hanno bloccato un addetto al trasferimento degli incassi e sotto la minaccia di una pistola si sono fatti consegnare un trolley pieno di denaro, per un valore complessivo pari ad alcune migliaia di euro.

I malfattori avevano studiato il colpo nei particolari. Non vi è dubbio che sapessero bene come muoversi all’interno del parco, brulicante di visitatori. I delinquenti si sono appostati nei pressi della direzione in attesa della vittima, che come di consueto aveva ritirato l’incasso dalle casse situate all’ingresso della struttura.

Il malcapitato si stava apprestando a depositare le banconote quando i rapinatori gli hanno sbarrato la strada. A quel punto, non ha potuto far altro che consegnare la valigia. Dopo essersi impossessati del bottino, i malviventi si sono dileguati a piedi attraverso un bosco confinante con lo zoo. Qui, poco dopo, i carabinieri della compagnia di Fasano hanno recuperato sia il trolley, ovviamente vuoto, che i passamontagna. Si indaga per risalire all'identità dei rapinatori, con ogni probabilità supportati da un terzo complice che li attendeva nei pressi del bosco. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

San Donaci, compie 100 anni: auguri a nonna Giovanna

Attualità

"Me contro te" di Gianluca Leuzzi candidato al David di Donatello

social

Sant'Antonio Abate, il Santo del fuoco tra storia e tradizione

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: nuovo aumento dei contagi e dei decessi

  • Cronaca

    Brindisino morto in carcere a Ibiza: disposta l'autopsia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento