menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bando europeo per Wi-fi gratis nelle piazze, M5s: "S.Pietro colga questa occasione"

Il Meetup "Cittadini in Movimento" di San Pietro Vernotico ha protocollato presso gli uffici comunali la richiesta di aderire al bando europeo per il wi-fi gratuito

SAN PIETRO VERNOTICO - ll Meetup "Cittadini in Movimento" di San Pietro Vernotico ha protocollato presso gli uffici comunali la richiesta di aderire al bando europeo per il wi-fi gratuito, iniziativa denominata WiFi4Eu della Commissione europea per il finanziamento di punti di accesso gratuiti a Internet WiFi in alcuni spazi pubblici (come biblioteche, musei, parchi e piazze) che saranno scelti dai Comuni interessati.

Secondo quanto scrivono nella richiesta la Commissione europea ha individuato per ciascun paese membro della Comunità, i Municipi che potranno essere ammessi al Bando, ed ha redatto una lista, per ciascun Paese, consultabile all'indirizzo web "https://goo.gl/NzhN3j". San Pietro Vernotico compare nella list ed è quindi ammesso a partecipare regolarmente al bando per poter usufruire del beneficio economico e conseguentemente del beneficio della rete internet nell'ambito del proprio Comune. 

Il piano europeo prevede l'investimento di 120 milioni di euro per dotare 8000 comuni di tutta Europa di connessione senza fili gratuita.
A partire dal 20 marzo, i Comuni europei possono registrarsi sul sito appena lanciato dell'iniziativa WiFi4Eu. Una volta effettuata l'iscrizione, il 15 maggio prossimo partirà il primo bando di concorso per l'assegnazione dei primi voucher Ue da 15mila euro l'uno che il Comune potrà utilizzare per installare hotspot gratuiti negli spazi pubblici. Non occorre accludere una bozza di progetto per gli hotspot.
A partire dal 15 maggio, chi si è registrato potrà fare domanda per i voucher da 15mila euro: questi verranno assegnati sulla base del principio “first-come, first-served". Quindi, è necessario essere tempestivi.
Nell'estate, la Commissione Ue annuncerà i primi 1.000 vincitori dei fondi: saranno almeno 15 per ognuno dei 28 Paesi Ue. I Comuni vincitori dei voucher avranno tempo 18 mesi per installare il wi-fi gratuito tramite società tlc e fornitori internet di loro scelta e nei luoghi pubblici di loro scelta. Internet dovrà avere una velocità di almeno 30Mbps. Inoltre, la zona coperta non deve essere già beneficiaria di progetti simili.
Questo sarà solo il primo di cinque bandi che saranno spalmati sui prossimi due anni, di un valore pari all'8 per cento sui 120 milioni di euro totali Ue messi a disposizione per il programma WiFi4Eu. I bandi successivi saranno più ingenti, mentre il valore dei voucher resta fisso a 15mila euro.
Ogni Comune può beneficiare di un solo voucher nell'arco del programma. Chi ha fatto domanda ma non ha ottenuto il voucher potrà ripresentarla ai bandi successivi, mentre chi ha già ottenuto un voucher non potrà più concorrere per un secondo.
Le reti finanziate dall'iniziativa non avranno pubblicità e non comporteranno la raccolta di dati personali.
In cambio, permetteranno ai cittadini di usufruire di connessione in spazi pubblici ad esempio come le biblioteche, piazze e scuole.
Il M5S (la cui "Carta di Firenze" prevede al settimo punto la "connettività gratuita per i residenti") e il Meetup "Cittadini in Movimento",sollecitano il Commissario tempestivamente ad aderire all'iniziativa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento