Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Memory Safe": presentato il progetto dell'istituto Sant'Elia-Commenda

E’ stato presentato nel pomeriggio di ieri, martedì 15 dicembre, presso la biblioteca della Scuola Primaria “G.Crudomonte” dell’Istituto Comprensivo “Sant’Elia-Commenda”, il progetto “Sicuri verso il futuro” che, nell’ambito del bando nazionale Memory Safe, prende formalmente avvio

BRINDISI - E’ stato presentato nel pomeriggio di ieri, martedì 15 dicembre, presso la biblioteca della Scuola Primaria “G.Crudomonte” dell’Istituto Comprensivo “Sant’Elia-Commenda”, il progetto “Sicuri verso il futuro” che, nell’ambito del bando nazionale Memory Safe, prende formalmente avvio. 

In tutta Italia, sono 42 i progetti vincitori  sui quali sono stati spalmati i 4 milioni previsti da Memory Safe, avviso pubblico che, su iniziativa di Indire, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, potendo anche contare su un finanziamento del Ministero del Lavoro, mira a diffondere nella scuola italiana la cultura della sicurezza e della prevenzione nei luoghi di lavoro. I progetti finanziabili, vale la pena precisare, sono stati selezionati tra 203 candidature con circa 1300 soggetti coinvolti tra istituti scolastici ed enti che operano nel campo della sicurezza. 

Brindisi, così, svolgerà un ruolo di prim’ordine in Memory Safe, essendosi collocata al settimo posto in graduatoria con il progetto già sopra citato, sviluppato da più scuole del territorio, nel corso di un lavoro di rete che andrà avanti nei prossimi mesi. 

Il progetto è stato dettagliatamente illustrato dalla dirigente dell’Istituto Comprensivo Sant’Elia Commenda, nonché scuola capofila, Lucia Portolano, Antonio Solidoro, la dirigente Lucia Portolano e Rino Piscopiello-2alla presenza del Provveditore agli Studi Vincenzo Melilli, dei dirigenti scolastici e amministrativi degli altri quattro istituti scolastici brindisini coinvolti (ITT “Giorgi”; ITT “Carnaro/Flacco/Belluzzi/Marconi”; IPSIA “Ferraris”;  IPSS “Morvillo-Falcone”), e dei rappresentanti dei due enti partner: Inpuglia e Confartigianato Brindisi, rispettivamente Rino Piscopiello e Antonio Solidoro. 

“Sicuri verso il futuro”, indirizzato anche agli alunni della Scuola dell’Infanzia e Primaria, ma prevalentemente rivolto agli alunni delle classi Prime, Seconde e Terze della Scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado, avrà inizio nel prossimo mese di gennaio, subito dopo la pausa natalizia. Tante e variegate le attività in programma che vedranno i diversi istituti scolastici impegnati in un intenso lavoro di squadra. Tra queste, la realizzazione di un sito web specifico sul quale sarà documentato tutto il percorso in questione; la preparazione di esperienze di laboratorio; la partecipazione diretta degli studenti in un cortometraggio; la realizzazione di spot informativi sulla sicurezza e del cosiddetto diario di bordo. A ciò, si aggiungono, poi, microstage organizzati nelle aziende del territorio. 

“Finalmente, con questo incontro, avviamo ‘Memory Safe – Sicuri verso il futuro’ – afferma la dirigente Lucia Portolano -. Si tratta di un progetto importante a livello nazionale e questo non può che rendermi orgogliosa. Lavoreremo insieme e sarà una bella avventura. Lo faremo, puntando , attraverso la cultura della sicurezza e della prevenzione nell’ambiente di lavoro, all’attività di orientamento, rivolta agli studenti che sempre più hanno bisogno di assumere consapevolezza e di sentirsi protagonisti del loro domani.”

E’ stato presentato nel pomeriggio di ieri, martedì 15 dicembre, presso la biblioteca della Scuola Primaria “G.Crudomonte” dell’Istituto Comprensivo “Sant’Elia-Commenda”, il progetto “Sicuri verso il futuro” che, nell’ambito del bando nazionale Memory Safe, prende formalmente avvio. 

Il Provveditore Melilli e la preside Lucia Portolano-2In tutta Italia, sono 42 i progetti vincitori  sui quali sono stati spalmati i 4 milioni previsti da Memory Safe, avviso pubblico che, su iniziativa di Indire, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, potendo anche contare su un finanziamento del Ministero del Lavoro, mira a diffondere nella scuola italiana la cultura della sicurezza e della prevenzione nei luoghi di lavoro. I progetti finanziabili, vale la pena precisare, sono stati selezionati tra 203 candidature con circa 1300 soggetti coinvolti tra istituti scolastici ed enti che operano nel campo della sicurezza. 

Brindisi, così, svolgerà un ruolo di prim’ordine in Memory Safe, essendosi collocata al settimo posto in graduatoria con il progetto già sopra citato, sviluppato da più scuole del territorio, nel corso di un lavoro di rete che andrà avanti nei prossimi mesi. 

Il progetto è stato dettagliatamente illustrato dalla dirigente dell’Istituto Comprensivo Sant’Elia Commenda, nonché scuola capofila, Lucia Portolano, alla presenza del Provveditore agli Studi Vincenzo Melilli, dei dirigenti scolastici e amministrativi degli altri quattro istituti scolastici brindisini coinvolti (ITT “Giorgi”; ITT “Carnaro/Flacco/Belluzzi/Marconi”; IPSIA “Ferraris”;  IPSS “Morvillo-Falcone”), e dei rappresentanti dei due enti partner: Inpuglia e Confartigianato Brindisi, rispettivamente Rino Piscopiello e Antonio Solidoro. 

“Sicuri verso il futuro”, indirizzato anche agli alunni della Scuola dell’Infanzia e Primaria, ma prevalentemente rivolto agli alunni delle classi Prime, Seconde e Terze della Scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado, avrà inizio nel prossimo mese di gennaio, subito dopo la pausa natalizia. Tante e variegate le attività in programma che vedranno i diversi istituti scolastici impegnati in un intenso lavoro di squadra. Tra queste, la realizzazione di un sito web specifico sul quale sarà documentato tutto il percorso in questione; la preparazione di esperienze di laboratorio; la partecipazione diretta degli studenti in un cortometraggio; la realizzazione di spot informativi sulla sicurezza e del cosiddetto diario di bordo. A ciò, si aggiungono, poi, microstage organizzati nelle aziende del territorio. 

“Finalmente, con questo incontro, avviamo ‘Memory Safe – Sicuri verso il futuro’ – afferma la dirigente Lucia Portolano -. Si tratta di un progetto importante a livello nazionale e questo non può che rendermi orgogliosa. Lavoreremo insieme e sarà una bella avventura. Lo faremo, puntando , attraverso la cultura della sicurezza e della prevenzione nell’ambiente di lavoro, all’attività di orientamento, rivolta agli studenti che sempre più hanno bisogno di assumere consapevolezza e di sentirsi protagonisti del loro domani.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Memory Safe": presentato il progetto dell'istituto Sant'Elia-Commenda

BrindisiReport è in caricamento