Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Barca a vela si incaglia ad Acque Chiare: a bordo solo lo skipper, illeso

Una barca a vela di circa 45 piedi si è incagliata questa sera attorno alle 21,30 sulla costa a nord di Brindisi, in località Acque Chiare, per cause in corso di accertamento da parte della Guardia Costiera. A dare l'allarme sono state alcune persone che stavano pescando con le canne da surf-casting

BRINDISI - Una barca a vela di circa 45 piedi si è incagliata questa sera attorno alle 21,30 sulla costa a nord di Brindisi, in località Acque Chiare, per cause in corso di accertamento da parte della Guardia Costiera. A dare l'allarme sono state alcune persone che stavano pescando con le canne da surf-casting, e che hanno avvertito il rumore dell'urto della pinna di deriva dell'imbarcazione sul fondale. Subito dopo a bordo è stata accesa una luce. Prima i pescatori sportivi non avevano notato nulla, ma ciò non esclude che la barca avesse le luci di via regolarmente in funzione.

I soccorritori dei vigili del fuoco-2Fatto sta che a chiamare la Capitameria di Porto sono stati i pescatori e non il comandante della barca a vela, che sulle prime non rispondeva neppure ai richiami dei soccorritori tanto da fare temere che a bordo vi fossero persone ferite. Poi anche lo skipper ha dato una voce, rassicurando la gente a terra.

A bordo si sono recati a nuoto alcuni vigili del fuoco del nucleo di soccorso acquatico, intanto per constatare quante persone vi si trovassero e in quali condizioni, mentre un'altra squadra restava a terra assieme ad una pattuglia della Guardia Costiera e ad una dei carabinieri. In mare invece due unità, una della Capitaneria e una della sezione navale della Finanza. Da terra i soccorsi sono stati coordinati dal vicecomandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Lorenzo Elia.

Soccorsi barca incagliata-3In barca solo lo skipper, comunque, di nazionalità tedesca, il quale ha rifiutato ripetutamente l'invito a lasciare il suo sloop. Date le condizioni del mare e il basso fondale di sabbia e roccia, non è stato possibile organizzare subito l'operazione di rimorchio. Forse un errore del timoniere o pilota automatico ha portato la barca fuori rotta, facendola avvicinare pericolosamente alla linea di costa. Ad un certo punta la barca sembrava essersi disincagliata, ma in quel punto il fondale è molto basso, tanto che neppure il gommone che assieme alla motovedetta era in stand by per un eventuale intervento via mare, ha potuto avvicinarsi.

E' stato avviato il motore ausiliario della barca a vela per cercare di tenerla con la prua al vento ed evitare che presentasse la murata alle onde. Probabilmente la barca a vela aveva perso la deriva nell'urto, dato che si stava progettando di portarla sino a riva con l'aiuto di un verricello a motore. Alle 23.30 la pioggia ha reso le operazioni ancora più complesse. La situazione è in evoluzione e riguarda ormai solo il recupero della barca. Come già detto, l'unica persona a bordo risulta illesa. La Capitaneria di Porto, come è prassi, avvierà una inchiesta sul naufragio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barca a vela si incaglia ad Acque Chiare: a bordo solo lo skipper, illeso

BrindisiReport è in caricamento