Vento, nave da crociera salta Bari

BARI – Forse il porto di Brindisi non è così esposto a venti e correnti come si dice, almeno rispetto ad altri porti adriatici ed a quello di Bari, dove stamani un’altra nave da crociera non è riuscita ad entrare ed a compiere le operazioni di ormeggio a causa delle condizioni meteo e principalmente del vento di libeccio a 20 nodi (con raffiche sino a 26-27 nodi, in rotazione verso nord-ovest), ed ha scelto alla fine di saltare la tappa e fare rotta verso la tappa successiva, Dubrovnik. Una situazione che non avrebbe invece costituito un problema a Brindisi. La notizia delle difficoltà ad entrare in porto accusate dalla motonave da crociera “Aida Aura” della compagnia Aida Cruises, battente bandiera italiana, sono state confermate dall’agente marittimo raccomandatario, Teodoro Titi.

L'Aida Aura

BARI – Forse il porto di Brindisi non è così esposto a venti e correnti come si dice, almeno rispetto ad altri porti adriatici ed a quello di Bari, dove stamani un’altra nave da crociera non è riuscita ad entrare ed a compiere le operazioni di ormeggio a causa delle condizioni meteo e principalmente del vento di libeccio a 20 nodi (con raffiche sino a 26-27 nodi, in rotazione verso nord-ovest), ed ha scelto alla fine di saltare la tappa e fare rotta verso la tappa successiva, Dubrovnik. Una situazione che non avrebbe invece costituito un problema a Brindisi. La notizia delle difficoltà ad entrare in porto accusate dalla motonave da crociera “Aida Aura”  della compagnia Aida Cruises, battente bandiera italiana, sono state confermate dall’agente marittimo raccomandatario, Teodoro Titi.

Un nuovo tentativo era stato previsto nella tarda mattinata o nel primo pomeriggio, ma poi il comandante ha deciso diversamente. La nave “Aida Aura” ha a bordo 1219 passeggeri , prevalentemente di nazionalità tedesca (il porto di imbarco e sbarco è Venezia), ed è giunta fuori dal porto di Bari alle ore 7 di stamani. E’ stato il comandante a decidere di non effettuare il tentativo di ingresso, scegliendo di attendere fuori dal porto del capoluogo di regione. La motonave è lunga 202,83 metri per 28,10 metri di larghezza, per 42.289 tonnellate di stazza lorda e  20.877 di stazza netta. La “Aida Aura” proviene da Corfù, e dopo Bari la tabella prevede tappe a Dubrovnik, Zadar, Ravenna, quindi Venezia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Viene da chiedersi quali siano a Brindisi le condizioni limite che mettono a rischio gli ormeggi, e le operazioni di entrata ed uscita di una nave, considerando la mole di prescrizioni che grava, ad esempio, sui traghetti che ormeggiano in andana (poppa alla banchina), a Costa Morena, e la sera sono costretti a posizionarsi all’inglese (fianco alla banchina), per poi tornare in andana al momento degli imbarchi e della partenza, qualsiasi siano le condizioni meteo. Con un aggravio non indifferente di costi. Il caso dell'Aida Aura invece è il secondo in ordine di tempo a Bari nel giro di alcune settimane, dopo quello di una nave della Msc a Pasquetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento