menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Bar Paradise

Il Bar Paradise

Barista picchiato per il resto: ricovero

SAN PIETRO VERNOTICO – Picchiato a sangue uno dei gestori del Bar Paradise di via Pier Giovanni Rizzo a San Pietro Vernotico, Luigi Pietanza: dopo una lite scoppiata per futili motivi (sembrerebbe a causa del resto errato) il noto ristoratore sanpietrano è stato aggredito da tre clienti e picchiato a suon di colpi di bastone. Ha riportato contusioni e ferite al volto e alla testa così profonde che si è reso necessario il trasporto presso l'ospedale Perrino di Brindisi.

SAN PIETRO VERNOTICO - Picchiato a sangue uno dei gestori del Bar Paradise di via Pier Giovanni Rizzo a San Pietro Vernotico, Luigi Pietanza: dopo una lite scoppiata per futili motivi (sembrerebbe a causa del resto errato) il noto ristoratore sanpietrano è stato aggredito da tre clienti e picchiato a suon di colpi di bastone. Ha riportato contusioni e ferite al volto e alla testa così profonde che si è reso necessario il trasporto presso l'ospedale Perrino di Brindisi.

È accaduto intorno alle 20,30. Sul posto oltre a un'ambulanza del 118, giunta dal nosocomio sanpietrano, si è recata una pattuglia dei carabinieri che ha raccolto la testimonianza di quanti hanno assistito all'aggressione. I tre, infatti, dopo aver massacrato il commerciante si sono dileguati a bordo di un'auto.

Tutto sarebbe nato per un errore nella consegna del resto, venti centesimi in meno nelle mani dei tre clienti. Questo almeno è quello che hanno raccontato coloro che questa sera si trovavano nel Bar Paradise. La lite sarebbe iniziata nel locale, probabilmente i litiganti si conoscevano già e forse avevano conti in sospeso con la vittima. Non si spiegherebbe diversamente la violenza dell'aggressione.

Pietanza, con quelli che poi si sono rivelati i suoi aggressori, quando l'alterco si stava accendendo troppo, si è trasferito per strada ed è lì che la lite è degenerata. I tre lo hanno picchiato a sangue con una mazza. Chi ha assistito alla scena avrebbe visto in mano anche martelli ma questo i carabinieri non lo hanno accertato.

Quando la sorella minore dell'uomo ha cercato di difendere il fratello i tre aggressori avrebbero minacciato anche lei invitandola ad allontanarsi se non voleva fare la stessa fine del suo congiunto.

Momenti di vero terrore per tutti. Luigi Pietanza è stato lasciato a terra sanguinante. Un'ambulanza del 118 lo ha trasportato presso l'ospedale Perrino di Brindisi, la madre dell'uomo è stata colta da malore. I carabinieri sanpietrani, al comando del maresciallo Giuseppe Pisani, si sono messi subito a lavoro per rintracciare gli autori di quella sanguinosa aggressione, ricerca che al momento non ha ancora portato ad arresti o denunce.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento