Cronaca

"Basket, doverosa l'intitolazione a Corlianò della sala stampa"

Salvatore Brigante, assessore del Comune di Brindisi: "Ritengo che ci siano i margini per rivedere tale decisione e compiere un atto doveroso nei confronti dello stesso amato brindisino scomparso"

Pur nel rispetto delle opinioni del dottor Nicola Zizzi che evidentemente ha dovuto fare una ricerca accurata sull'iter necessario, dal punto di vista delle leggi e  regolamenti, per intitolare la sala stampa del palazzetto di basket "Elio Pentassuglia" al compianto Antonio Corlianò, ritengo che ci siano i margini per rivedere tale decisione e compiere un atto  doveroso nei confronti dello stesso amato brindisino scomparso.

Sono convinto che non esistono altri motivi che hanno spinto l'amministrazione comunale ad assumere questa decisione ma che purtroppo i regolamenti qualche volta se  considerati in moto rigido possono portarci, anche su questioni come queste, a determinazioni errate. Proporrò alla Sindaca una attenta verifica della  questione, unitamente agli uffici della Prefettura, per poter, nel caso in cui ci siano i margini burocratici e regolamentari, rivedere la posizione e giungere ad una soluzione positiva sulla questione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Basket, doverosa l'intitolazione a Corlianò della sala stampa"

BrindisiReport è in caricamento