rotate-mobile
Cronaca Carovigno

Beccato nel giardino di casa con 15 rigogliose piante di canapa: scatta l'arresto

CAROVIGNO – Piante da sballo, nel giardino di casa. Nei guai, con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, è finito un quarantunenne di Carovigno, Cataldo Mameli. I carabinieri della locale stazione, nel corso di un servizio teso al contrasto del fenomeno della vendita e dell'uso illecito di droga, lo hanno tratto in arresto in flagranza di reato, mentre era intento a curare gli arbusti “proibiti”.

CAROVIGNO ? Piante da sballo, nel giardino di casa. Nei guai, con l?accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, è finito un quarantunenne di Carovigno, Cataldo Mameli. I carabinieri della locale stazione, nel corso di un servizio teso al contrasto del fenomeno della vendita e dell'uso illecito di droga, lo hanno tratto in arresto in flagranza di reato, mentre era intento a curare gli arbusti ?proibiti?.

Il blitz, coordinato dal comandante della stazione carovignese, Dario Candita, è scattato sulla scorta degli elementi raccolti nel corso di attenti servizi di pedinamento. Circostanze ritenute dagli investigatori molto significative, avrebbero indotto sin dalle prime battute gli inquirenti sulle tracce di Mameli.

Il 41enne, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 15 piante di canapa indiana di altezza compresa tra 80 e 150 centimetri.  Dopo le formalità di rito, l?uomo è stato associato presso la casa circondariale di Brindisi, a disposizione dell?autorità giudiziaria. Le piante rinvenute sono state sottoposte a sequestro.

Le piante, meticolosamente curate ed evidentemente rigogliose, erano state collocate all?interno di capienti vasi in plastica e si presentavano in ottimo stato di vegetazione (terriccio palesemente umido, sintomatico di recenti annaffiature e tracce, ancor visibili di fertilizzanti. La canapa, strategicamente, era stata dislocata in vari ambienti della casa (terrazzo compreso) sia al fine di non essere tutta contestualmente individuabile sia in considerazione dei microclimi esistenti nei differenti locali (luce ed umidità).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato nel giardino di casa con 15 rigogliose piante di canapa: scatta l'arresto

BrindisiReport è in caricamento