Cronaca

Bimbo africano muore durante volo umanitario per intervento al cuore

Atterraggio sanitario di emergenza a Brindisi per bimbo di tre anni colpito da arresto cardiaco, era diretti a Parigi

BRINDISI – Aveva tre anni Sitrakainaia, il bimbo del Madagascar che oggi a Brindisi ha trovato la morte. Il suo cuore ha cessato di battere mentre era in viaggio dalla sua terra, una delle più povere al mondo, verso Parigi, dove doveva essere sottoposto a un intervento al cuore. Durante il viaggio, però, è stato colpito da arresto cardiaco, si è reso necessario un atterraggio di emergenza sanitaria all’aeroporto di Brindisi ma per lui non c’è stato nulla da fare. Viaggiava accompagnato da un volontario dell’associazione umanitaria “Aviation Sans Frontières”, insieme a un altro bambino anche lui diretto a Parigi per cure mediche d'urgenza.

missione in madagascar-2

Il piccolo Sitrakainaia ha smesso di respirare poco dopo essere giunto al Pronto soccorso dell’ospedale Perrino di Brindisi. L’emergenza è stata gestita dalla Polizia di Frontiera guidata dal vice questore Mario Marcone: la richiesta di atterraggio è giunta alle 11.08, è stata attivata la procedura per questo genere di circostanze, sul posto è stata inviata un’ambulanza del 118 che ha subito preso in carico il bimbo per portarlo al Perrino. Ma nulla hanno potuto fare i medici per strapparlo alla morte.

Aviation Sans Frontières che opera con diverse missioni in Madagascar, si occupa anche di accompagnare i bambini bisognosi di cure d’emergenza nelle città europee. Il volo per Parigi è ripartito nel giro di poche ore, il volontario dell’associazione è rimasto a Brindisi, l’altro bimbo è stato affidato al comandante del volo.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbo africano muore durante volo umanitario per intervento al cuore

BrindisiReport è in caricamento