rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Blitz, rifiuti edili smaltiti tra gli ulivi

OSTUNI - Tra gli ulivi, scarti di materiale edile. In aperta campagna spunta un’area adibita a discarica abusiva. E stavolta le forze dell’ordine hanno beccato in flagranza anche un camionista impegnato a smaltire illecitamente gli scarti. Due le denunce scattate a seguito del blitz eseguito dai militari del Comando della compagnia della Guardia di finanza di Ostuni, in contrada “Lamacornola”, lungo la piana degli ulivi secolari che abbraccia le campagne di Ostuni e Fasano. Il personale delle fiamme gialle, nell’ambito di specifici servizi coordinati dal capitano Antonio Martina e finalizzati al controllo dell’ambiente, hanno così deferito in stato di libertà, per violazioni delle norme ambientali, un operaio edile del posto, chiamato a difendersi dall’accusa di procurato inquinamento ambientale.

OSTUNI - Tra gli ulivi, scarti di materiale edile. In aperta campagna spunta un'area adibita a discarica abusiva. E stavolta le forze dell'ordine hanno beccato in flagranza anche un camionista impegnato a smaltire illecitamente gli scarti. Due le denunce scattate a seguito del blitz eseguito dai militari del Comando della compagnia della Guardia di finanza di Ostuni, in contrada "Lamacornola", lungo la piana degli ulivi secolari che abbraccia le campagne di Ostuni e Fasano. Il personale delle fiamme gialle, nell'ambito di specifici servizi coordinati dal capitano Antonio Martina e finalizzati al controllo dell'ambiente, hanno così deferito in stato di libertà, per violazioni delle norme ambientali, un operaio edile del posto, chiamato a difendersi dall'accusa di procurato inquinamento ambientale.

Nei guai anche il proprietario del suolo, ritenuto anch'egli responsabile ed evidentemente consapevole delle frequenti operazioni di stoccaggio compiute all'interno del podere di sua proprietà, da tempo adibito a vera e propria discarica abusiva. Secondo quanto è stato possibile appurare nel corso dell'operazione condotta dai militari della locale Compagnia, il manovale edile, giunto in zona alla guida di un autocarro, sarebbe stato sorpreso a scaricare materiale di risulta, all'interno di un terreno che da qualche giorno le Fiamme gialle tenevano sott'occhio, avendo appurato la presenza di rifiuti speciali nell'area immersa nel verde della marina.

All'interno del sito, infatti, è stata rinvenuta una gran quantità di materiale di scarto latero-cementizio. Resti di lavorazione stoccati senza la prescritta autorizzazione. Per questa ragione, a margine dell'accertamento eseguito dai baschi verdi, il terreno, di circa 1500 metri quadri, è stato sottoposto a sequestro. Indagini sono tuttora in corso per fare luce sulla provenienza dei rifiuti scaricati abusivamente. Gli inquirenti, a seguito dell'attività investigativa, hanno già potuto appurare diversi elementi utili a fare luce sui movimenti attorno alla gigantesca pattumiera. Da qui la denuncia del conducente del mezzo e del proprietario del terreno, deferiti all'Autorità Giudiziaria per violazioni in materia ambientale.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz, rifiuti edili smaltiti tra gli ulivi

BrindisiReport è in caricamento