menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una volante della questura di Brindisi

Una volante della questura di Brindisi

Bloccato topo d’appartamento

BRINDISI – Georgiano bloccato mentre suonava ai campanelli dei condomini di via Pastrengo. Era armato di coltello.

BRINDISI - In giro per le vie di Brindisi con un coltello a serramanico, uno spray irritante, grimaldelli e arnesi da scasso, e documenti falsi. I poliziotti lo scoprono e lo denunciano. Nei guai nella mattinata di oggi ci è finito un 35enne georgiano J.T., il quale oltre alla denuncia, per possesso illecito di arma di genere proibito e oggetto atto a offendere, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso, falsificazione di documenti e false attestazioni di identità, è stato raggiunto da un provvedimento di allontanamento.

Il 35enne è stato sorpreso dagli agenti della sezione Volanti della questura di Brindisi, diretti dal vice questore Alberto D'Alessandro, a suonare ai campanelli delle abitazioni della centralissima via Pastrengo a Brindisi, rione S.Chiara. Agli agenti non è sfuggito il comportamento anomalo del presunto mendicante: più che un uomo che chiedeva l'elemosina sembrava un vero e proprio topo l'appartamento.

Dopo aver chiesto l'ausilio di una pattuglia Nibbio (gli agenti in motocicletta) i poliziotti hanno pedinato quel presunto ladruncolo. Questi vistosi scoperto si è rifugiato nella sua vettura tentando di dileguarsi. È stato subito bloccato. Il pugnale e la bomboletta spray erano nascosti nelle tasche dei pantaloni. Gli arnesi da scasso nella vettura. Il tutto è stato sottoposto a sequestro. I documenti con cui se ne andava in giro erano lituani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento