rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Bomba al Morvillo, Comune parte civile

BRINDISI - Dubbi sull'utilità di costituirsi parte civile nel processo del 12 dicembre prossimo contro dodici dirigenti Enel e tre imprenditori brindisini per la dispersione di polveri di carbone nei terreni agricoli lungo il nastro trasportatore e attorno alla centrale di Cerano, nessuno riguardo invece la costituzione nel processo contro l'attentatore del 19 maggio scorso che facendo deflagrare un ordigno provocò la morte della studentessa 16enne Melissa Bassi e il ferimento di altre otto ragazze ( cinque gravi) e di uno studente.

BRINDISI - Dubbi sull'utilità di costituirsi parte civile nel processo del 12 dicembre prossimo contro dodici dirigenti Enel e tre imprenditori brindisini per la dispersione di polveri di carbone nei terreni agricoli lungo il nastro trasportatore e attorno alla centrale di Cerano, nessuno riguardo invece la costituzione nel processo contro l'attentatore del 19 maggio scorso che facendo deflagrare un ordigno provocò la morte della studentessa 16enne Melissa Bassi e il ferimento di altre otto ragazze ( cinque gravi) e di uno studente.

Stamani, il sindaco di Brindisi Mimmo Consales ha proposto all'attenzione della giunta municipale, riunitasi in seduta monotematica, ma riferendone anche in consiglio comunale nel primo pomeriggio, la delibera di "Costituzione nel procedimento penale scaturito dall'attentato occorso in data 19 maggio 2012 nei pressi della Scuola Morvillo Falcone di Brindisi". La giunta ha espresso all'unanimità parere favorevole alla volontà del primo cittadino di tutelare l'immagine della città, fortemente compromessa a seguito del grave attentato nel quale è deceduta la studentessa mesagnese Melissa Bassi ed in cui altre ragazze sono rimaste ferite.

L'Amministrazione comunale - fa sapere un comunicato - ha dato mandato all'avv. Massimo Manfreda, del Foro di Brindisi, di ricercare un percorso per la costituzione della città di Brindisi come soggetto offeso e/o danneggiato nel procedimento penale a carico di Giovanni Vantaggiato e di eventuali corresponsabili dell'attentato. Obiettivo fondamentale della costituzione nel procedimento penale è quello di tutelare la serenità e l'immagine della Città di Brindisi e della sua popolazione, fortemente compromesse dall'attentato del 19 maggio scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bomba al Morvillo, Comune parte civile

BrindisiReport è in caricamento