menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Brindisi, il palazzo della Provincia

Brindisi, il palazzo della Provincia

Bombarolo e affari, agenti in Provincia

BRINDISI – Polizia giudiziaria stamani negli uffici della Provincia alla ricerca delle tracce delle forniture di gasolio per gli istituti scolastici superiori, allo scopo di verificare la partecipazione di una delle società della famiglia di Giovanni Vantaggiato, il bomber del Morvillo, a questi appalti. Da quanto si è appreso in via ufficiosa da fonti vicine all’amministrazione provinciale, una delle aziende di Vantaggiato avrebbe partecipato a gare indette dalla Provincia di Brindisi negli anni Novanta, incluso a quanto pare anche il rifornimento degli impianti termici dell’Istituto professionale Morvillo Falcone.

BRINDISI - Polizia giudiziaria stamani negli uffici della Provincia alla ricerca delle tracce delle forniture di gasolio per gli istituti scolastici superiori, allo scopo di verificare la partecipazione di una delle società della famiglia di Giovanni Vantaggiato, il bomber del Morvillo, a questi appalti. Da quanto si è appreso in via ufficiosa da fonti vicine all'amministrazione provinciale, una delle aziende di Vantaggiato avrebbe partecipato a gare indette dalla Provincia di Brindisi negli anni Novanta, incluso a quanto pare anche il rifornimento degli impianti termici dell'Istituto professionale Morvillo Falcone. Anche nel Leccese una delle società di Vantaggiato ha effettuato rifornimenti di gasolio alle scuole.

Ma lo scenario è cambiato radicalmente nei primi anni del Duemila, quando per la gestione degli esiti delle gare bandite dal Consip nel settore delle forniture scolastiche (oltre che per gli altri edifici pubblici di competenza) è subentrato il consorzio Cofathec - Gruppo Gdf Suez. Ora sono i fornitori selezionati a livello nazionale, a loro volta, a indicare direttamente quale deve essere nel territorio il loro concessionario autorizzato ad effettuare materialmente le forniture di gasolio e di ciò, tuttavia, non dovrebbe restare traccia negli uffici della Provincia dato che il subappalto riguarda il conferimento di beni e non di servizi. Quanto meno, però, vi dovrebbero essere le copie delle bolle di consegna. Non si sa se all'epoca la società che effettuava le forniture fosse la Carburanti Marchello SaS di Giuseppina Marchello Vantaggiato, di cui sono accomandatari marito e una delle figlie.

E' dunque in fase di monitoraggio anche l'attività commerciale di Giovanni Vantaggiato, il quale domani mattina comparirà davanti al giudice delle indagini preliminari di Lecce (dove è detenuto nella sezione femminile del carcere di Borgo San Nicola, e dove ha sede la Direzione distrettuale antimafia che coordina le indagini) per l'udienza di convalida del fermo. L'autore, reo confesso, dell'attentato del 19 maggio davanti alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi sarà assistito dall'avvocato Franco Orlando del Foro di Lecce.

Vi è attesa per verificare se Vantaggiato continuerà a fornire spiegazioni molto vaghe circa il movente dell'attentato, o se nelle 48 ore dal fermo di polizia giudiziaria ha intanto maturato un atteggiamento diverso da quello osservato nella tarda serata di mercoledì 6 giugno, e nel corso delle prime ore del mattino del 7.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

San Donaci, compie 100 anni: auguri a nonna Giovanna

Attualità

"Me contro te" di Gianluca Leuzzi candidato al David di Donatello

social

Sant'Antonio Abate, il Santo del fuoco tra storia e tradizione

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: nuovo aumento dei contagi e dei decessi

  • Cronaca

    Brindisino morto in carcere a Ibiza: disposta l'autopsia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento