Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Borse di studio per gli studenti del Majorana grazie ai metalmeccanici Uil

Per il secondo anno di fila, la Uilm di Brindisi ha deciso di devolvere parte delle quote sindacali agli Studenti più meritevoli dell' istituto industriale Majorana di Brindsi, confermando la “Borsa di studio Uilm”. “Il gruppo dirigente della Uilm - si legge in un comunicato del sindacato - crede fortemente nel futuro dei giovani"

BRINDISI - Per il secondo anno di fila, la Uilm di Brindisi ha deciso di devolvere parte delle quote sindacali agli Studenti più meritevoli dell' istituto industriale Majorana di Brindsi, confermando la “Borsa di studio Uilm”. “Il gruppo dirigente della Uilm  - si legge in un comunicato del segretario provinciale della Uilm, Alfio Zaurito- crede fortemente nel futuro dei giovani, infatti serve che il sindacato, quello vero, che ha un ruolo sociale e si vuole confrontare che vuole far crescere i giovani facendo tesoro delle esperienze degli anziani dia un segnale di incoraggiamento sia nelle fabbriche, ma anche nella società e per questo il gruppo dirigente Uilm ha riconfermato il premio che gli studenti riceveranno”.

“Questo premio  - prosegue la Uilm - non è una semplice borsa di studio, ma è il significato del lavoro, quello delle mani sporche e del sudore, la tessera sindacale alla Uilm viene pagata da impiegati e operai in prima fila, di gente che va in trasferta e lascia la famiglia per lunghi periodi, da invalidi sul lavoro, da metalmeccanici veri insomma; gli studenti che la riceveranno il 13 luglio 2015 durante il consueto diploma Day, organizzato da Salvatore Giuliano ed i suoi insegnanti del Majorana, sanno che stanno ricevendo il frutto del lavoro”.

Infatti il sindacato è l'anello di congiunzione tra il sacrificio nelle fabbriche e quello sui libri, la reale meritocrazia. “Come Uilm  - si legge ancora nella nota - abbiamo voluto concretizzarla nella realtà elementi premianti, non servono proclami o raccomandazioni, ma serve dare ai ragazzi il segnale di una società migliore e di cui loro tra qualche anno saranno i timonieri, solo così si realizza una società migliore, lavorando e studiando e magari anche divertendosi nel farlo”.

Infatti i ragazzi del Majorana di Brindisi sono capofila in un percorso che sta rivoluzionando le metodologie di studio in Italia, sono coloro che testano per primi quel che sta rappresentando la vera rivoluzione culturale nelle aule: il Book in Progress.

“E noi dobbiamo incoraggiarli e invogliarli – conclude Zaurito - perché Brindisi è anche questo.La Uilm ringrazia infatti tutte le metalmeccaniche ed i metalmeccanici iscritti perchè solo grazie a loro stiamo migliorando e stiamo dando un immagine di Paese migliore ed insieme a loro vogliamo crescere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borse di studio per gli studenti del Majorana grazie ai metalmeccanici Uil

BrindisiReport è in caricamento