menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bottiglietta incendiaria sui sedili della Porsche di imprenditore

Era parcheggiata in via Moncalieri al quartiere Santa Chiara, sul posto oltre ai vigili del fuoco anche i carabinieri

BRINDISI – Una Porsche Cayenne nuova con uno dei finestrini abbassati e una bottiglietta incendiaria su uno dei sedili che aveva iniziato a divorare gli interni. È questa la scena che si sono trovata davanti i vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi poco prima della mezzanotte di ieri giovedì 7 dicembre.

L’auto, parcheggiata in via Moncalieri, al quartiere Santa Chiara, appartiene a un imprenditore 38enne. Sul posto si sono recati anche i carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Brindisi diretto dal tenente Marco Colì. Le fiamme sono state domate prima che distruggessero il veicolo, i danni restano circoscritti all’abitacolo.

Spetta ai militari dell’Arma fare chiarezza sulla vicenda. La persona presa di mira è uno degli imputati di un processo in corso nato da una indagine su prestiti usurari ad un avvocato di Mesagne che aveva necessità di finanziare la propria campagna elettorale. L'indagine della Dia di lecce, diretta dalla Direzione distrettuale antimafia, fu denominata Fenus Unciarum e sfociò il 18 settembre 2014 in un blitz con 16 arresti. La persona in questione è anche presidente onorario di una squadra di volley a Mesagne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento