Box per ricovero di cavalli costruiti senza permesso: denuncia e sequestro

La scoperta è stata fatta dai carabinieri forestali. Nei guai la titolare dell'allevamento

CELLINO SAN MARCO - Controlli dei carabinieri forestali della stazione di Brindisi nell’area occupata dalle strutture di un’associazione sportiva, a Cellino San Marco: trovati 11 box utilizzati per il ricovero di cavalli costruiti senza alcun titolo edilizio (il prescritto “permesso di costruire”). I manufatti, lunghi 40 metri e larghi 3 realizzati con conci di tufo e pannelli coibentati sono stati sequestrati.  La proprietaria dell’ area e titolare dell’ allevamento, M. N. 41 anni, è stata denunciata per violazione dell’ art. 44, comma 1, lett. b) del Decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001 (“Testo Unico dell’ Edilizia e dell’ Urbanistica”).

Sequestro maneggio 1-2

Le è stato anche contestato il reato di cui all’ art. 256, comma 1), lett. a) del Decreto legislativo n. 152 del 2006 (“Testo Unico Ambientale”) per aver realizzato una concimaia, spandendo parte dei rifiuti (deiezioni liquide degli animali, paglia e letame) ivi stoccati in terreni adiacenti, senza alcuna autorizzazione. Anche la concimaia, così come i rifiuti sparsi sul suolo, per un volume di circa 30 metri cubi, sono stati sottoposti a sequestro.

L’ Autorità giudiziaria ha disposto un termine di 30 giorni per riallocare gli 8 cavalli presenti in altra struttura idonea. All’ accertamento ha partecipato anche il Servizio Veterinario dell’ Asl di Brindisi, che ha verificato il buono stato di salute e di benessere degli equini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

Torna su
BrindisiReport è in caricamento