Cronaca

Neve: riaperto aeroporto. Circolazione stradale ancora difficoltosa

Si pensava alla solita spruzzata di neve alla quale si è abituati da queste parti, salvo rari altri eventi, ma la provincia di Brindisi da ieri sera è sotto una coltre bianca compatta che sta ostacolando seriamente traffico stradale e aereo. Aeroporto chiuso, con visibilità di 400 metri, e voli dirottati sulla pista calabrese di Lamezia Terme

BRINDISI - Si pensava alla solita spruzzata di neve alla quale si è abituati da queste parti, salvo rari altri eventi, ma la provincia di Brindisi da ieri sera è sotto una coltre bianca (video) compatta che sta ostacolando seriamente traffico stradale e aereo. Aeroporto chiuso, con visibilità di 400 metri, e voli dirottati sulla pista calabrese di Lamezia Terme, dove sono atterrati i primi voli Ryanair del mattino, come quello proveniente da Bologna, e altri in partenza e in arrivo sono stati spostati dopo le 10 in attesa che vi siano condizioni di praticabilità adeguate.

Aeroporto neve 2-2Restano perciò a terra per ora anche i naufraghi che dovevano rientrare in patria in aereo, e si pone un serio problema oer il rientro a casa, invece, per chi è originario dei centri del Brindisino ma studia o lavora fuori, e aveva rinviato all'ultimo giorno utile prima di Capodanno le ferie per le festività. Nevica sul porto di e sulla città di Brindisi, nevica soprattutto nell'entroterra e in collina dove si procede a bassa velocità per le strade ghiacciate e invase dalla neve. meno problematica la circolazione, invece, nei centri abitati anche se occorre liberare le auto dalla coltre che si è depositata nella notte.

Ostuni Neve-2Mobilitate le pattuglie della Polstrada e dei carabinieri, e con esse i volontari della Protezione civile e la polizia locale per segnalare le strade impercorribili e vigilare sulla circolazione extraurbana, con problemi anche ai mezzi pubblici. La nostra provincia dispone di scarissime attrezzature oper fronteggiare queste emergenze, come i mezzi spargisale, quindi si ricorre anche a mezzi per il movimento terra. La situazione per ora resta di grande difficoltà soprattutto per chi si muove per andare al lavoro.

Dalle prime luci dell’alba i mezzi spargisale stanno liberando il tratto di ss379 compreso tra Bari e Torre Canne dove le abbondanti nevicate hanno provocato grossi rallentamenti di traffico. Stesso intervento sta interessando il tratto di ss7 compreso tra Mesagne e Francavilla Fontana dove la circolazione sta procedendo a passo d’uomo. Al momento, fortunatamente, si sono verificati solo incidenti di poco conto: veicoli usciti fuori Nevicata in via Del Lavoro (foto Alessandro Muccio)-2controllo a causa dell’asfalto scivoloso. Le forze dell’ordine raccomandano massima prudenza alla guida. I centri maggiormente colpiti dalla neve sono Ceglie Messapica, Mesagne San Donaci, San Vito Dei Normanni, Erchie, Torre Santa Susanna, San Pancrazio Salentino e i Comuni a nord di Brindisi.

Nella zona 167 di Ceglie, la tettoia del centro polisportivo è parzialmente crollata sotto il peso della neve. Parte delle lamiere sono finite sul bocciodromo. Non hanno subito danni i due campi di calcetto che si trovano nella struttura. 

In contrada Masseriola a Brindisi, all'altezza dello svincolo per Tuturano e quartiere La Rosa alle prime luci dell’alba di oggi un camion è uscito fuori strada bloccando la carreggiata e provocando grossi rallentamenti di traffico. Circolazione difficile a causa della neve anche sulla strada provinciale che collega Mesagne a Torre Santa Susanna: il comando della polizia locale consiglia di raggiungere Torre attraverso la strada per San Pancrazio Salentino. A Mesagne, invece, si registrano particolari disagi sulla rampa che conduce alla zona industriale. (A destra, via Del Lavoro innevata, vista attraverso l'obiettivo di Alessandro Muccio).

AGGIORNAMENTO DELLE 10.35 SULLA SITUAZIONE DEI TRENI: circolazione ferroviaria 

sotto il peso della neve, fortemente rallentata dalle 5.30 di questa mattina nel nodo di Bari a causa delle forti nevicate che stanno investendo la Puglia. Alcuni treni sono stati limitati nel loro percorso e altri subiscono rallentamenti considerevoli a causa dell’ondata di maltempo. È in corso la riprogrammazione dell’offerta commerciale.

Rete ferroviaria italiana avvisa la clientela circa le modifiche alla circolazione dei treni con annunci frequenti nelle stazioni. Rete ferroviaria italiana ha inoltre messo in azione il piano anti-neve che prevede il presidio, con uomini e mezzi, delle zone dove le condizioni meteorologiche potrebbero ulteriormente peggiorare e l’attivazione dei Centri operativi territoriali per il monitoraggio.

 

AGGIORNAMENTO DELLE 13.55: da circa un paio di ore il traffico aereo è stato riattivato regolarmente anche se si registrano ancora ritardi in alcuni voli in arrivo e in partenza. Tra i voli in arrivo, l'aereo Ryanair delle 10.15 proveniente da Bergamo atterrerà alle 15; quello da Milano Malpensa (EasyJet) delle 12.25 atterrerà alle 14.12 mentre quello (sempre della stessa compagnia) proveniente da Geneva delle 12.50 arriverà alle 14.40. Il Milano-Linate delle 13.35, Alitalia, arriverà alle 14.41 e quello Volotea da Venezia delle 13.45 atterrerà alle 14.15. Tutti i voli pomeridiani non dovrebbero portare ritardo. Al momento non ci sono comunicazioni in merito. 

Per i voli in partenza, invece, è stato cancellato solo Brindisi-Milano Linate delle 9.15. Quello delle 6.30 Ryanair per Bergamo decollerà alle 17.05, quello per Milano Malpensa (EasyJet) delle 12.55 partirà alle 14.37. Il volo per Geneva, stessa compagnia, delle 13.35 partirà alle 15.10. Il Volotea per Venezia delle 14.10 decollerà alle 14.40, l’Alitalia per Mialano Linate delle 14.30 partirà alle 15.05. Tutti gli altri non presentano ritardi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve: riaperto aeroporto. Circolazione stradale ancora difficoltosa

BrindisiReport è in caricamento