Cronaca

Irrigava sette ettari di carciofeto con energia elettrica rubata

Carabinieri e tecnici Enel scoprono un by-pass illegale. L'agricoltore 38enne è stato denunciato

BRINDISI – Una pompa da pozzo artesiano non ha certo un consumo low-cost di energia elettrica, e per gestire il fabbisogno di acqua di sette ettari di carciofeto ci si deve aspettare una bolletta pesante. A un agricoltore brindisino invece l’acqua costava praticamente zero, perché aveva allacciato il motore della pompa ad un by-pass che aggirava il contatore Enel. La cosa non è passata inosservata ai controlli della società elettrica, che ha inviato sul posto una squadra di verifica scortata dai carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Brindisi. Il by-pass è stato scoperto subito, e il 38enne agricoltore è stato denunciato a piede libero per furto aggravato di energia elettrica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irrigava sette ettari di carciofeto con energia elettrica rubata

BrindisiReport è in caricamento