rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Al via il progetto di monitoraggio e mappatura dei fondali portuali e costieri

Controllo, monitoraggio e mappatura dei fondali portuali e costieri, identificazione e rimozione degli oggetti estranei all'ambiente marino e realizzazione di un database dei fondali. Sono queste le attività che verranno svolte nelle acque brindisine nell'ambito del progetto "Port and Coastal Survey" a cura della Marina militare

BRINDISI – Controllo, monitoraggio e mappatura dei fondali portuali e costieri, identificazione e rimozione degli oggetti estranei all’ambiente marino e realizzazione di un database dei fondali. Sono queste le attività che verranno svolte nelle acque del Brindisino nell'ambito del progetto “Port and Coastal Survey” a cura della Marina militare che ha lo scopo di garantire il libero e sicuro utilizzo delle vie di comunicazione marittime.

Il progetto e l’attività pratica dimostrativa, relativa al porto di Brindisi, saranno presentati presso la “sala grande” del Castello Svevo mercoledì 18 giugno 2014 alle 11.

Si tratta di un'iniziativa che rientra nell’ambito del Programma Operativo nazionale (Pon) “Sicurezza per lo Sviluppo” sul miglioramento delle condizioni di sicurezza, giustizia e legalità, per i cittadini e le imprese, in quelle regioni del sud Italia in cui i fenomeni criminali limitano fortemente lo sviluppo economico.

La Marina Militare ha aderito ad uno degli obiettivi operativi del programma e precisamnete al progetto “Port and Coastal Survey (PaCS)”, il quale si propone, come già accennato, di condurre un’attività di controllo, monitoraggio e mappatura dei fondali portuali e costieri, l’identificazione e rimozione degli oggetti estranei all’ambiente marino e la realizzazione di un database dei fondali.

Il progetto è stato finanziato per il 50% con risorse provenienti dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) e per il restante 50% con fondi nazionali assegnati al Ministero degli Interni e interesseranno le regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. In particolare i porti soggetti a monitoraggio, con mezzi e uomini specializzati della Marina Militare, saranno Taranto, Bari, Brindisi, Napoli, Gioia Tauro, Messina, Palermo, Catania e Augusta.

Alla cerimonia di presentazione, presieduta dal titolare del Comando marittimo sud, ammiraglio di squadra Ermenegildo Ugazzi, saranno presenti le autorità istituzionali e militari locali. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il progetto di monitoraggio e mappatura dei fondali portuali e costieri

BrindisiReport è in caricamento