Cronaca

Giunta Carluccio, indennità per 450mila euro l’anno. Ma non c’è il vice sindaco

A distanza di un mese dal varo dell’esecutivo numero tre, resta il punto interrogativo sull’incarico lasciato da Silvestre. Errico disponibile a entrare nell’esecutivo a condizione che si tratti di assessori tecnici, ma l’intesa con i gruppi sembra impossibile. Confermata la mozione di sfiducia: in Consiglio il 22 febbraio

BRINDISI – A distanza di quasi un mese dal varo della Giunta, versione numero tre, di Angela Carluccio resta vuota la casella del vice sindaco dopo il gran rifiuto opposto dall’avvocato Francesco Silvestre che di tornare al Comune non ne ha voluto sapere senza la delega ai rifiuti, trattenuta dalla sindaca assieme al Bilancio e a molte altre. Ma l’indennità è stata comunque conteggiata per impegnare la spesa annua che ammonta a 450mila euro.

Il municipio di Brindisi-3Non c’è ancora un nome in grado di convincere tutti i partner della cosiddetta Grande Coalizione, di conseguenza status quo. Che dalle opposizioni continua a essere letto come divergenze ancora presenti all’interno del gruppo, nonostante la “crisi” sia rientrata dopo le non dimissioni della sindaca e l’innesto del 17esimo uomo, al secolo Damiano Flores, capace di salvare Carluccio dalla mozione di sfiducia che resta in discussione il prossimo 22 febbraio, primo firmatario Pasquale Luperti dei Coerenti con Marika Rollo. Il consigliere Flores ha lasciato il Pd, per transitare con il gruppo di Loiacono & co, ribattezzato in Democratici e socialisti, insistendo sulla fede renziana.  Ma questa è altra storia. Il nodo da sciogliere rimane la nomina del vice sindaco, in mancanza il titolo spetta all’assessore Mary Romanelli ma solo come facente funzioni in caso di assenza di Angela Carluccio.

Per superare l’empasse, negli ultimi giorni, il notaio Michele Errico attuale consigliere politico avrebbe dato la propria disponibilità a entrare in Giunta come vice, cosa già evidente nel momento in cui la sindaca presentò la nuova ditta titolare del servizio di nettezza urbana. Accanto lei c’era il notaio. Errico avrebbe posto una condizione: in Giunta dovrebbero essersi assessori tecnici, ma l'intesa sembra impossibile o quanto meno difficile. Al momento resta nel suo ruolo, a costo zero per il Comune. Al vice sindaco spetta l’indennità pari a 3.555,57 euro. Confermata la somma di 4.734,10 per la prima cittadina. Per gli assessori la cifra varia a seconda che si tratti di lavoratori dipendenti in aspettativa retribuita e non: 2.840,46 euro spettano a Mary Romanelli, Raffaele De Maria, Vito Carella, Michele Di Donna e Francesca Scatigno, mentre 1.420,23 a Salvatore Brigante, Maria Greco e Giampiero Campo. Il totale da impegnare è di 450mila euro sino al 31 dicembre 2017, a carico del bilancio dell'Amministrazione comunale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giunta Carluccio, indennità per 450mila euro l’anno. Ma non c’è il vice sindaco

BrindisiReport è in caricamento