Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Feste di Carnevale, folklore e teatro ma anche eventi dedicati alla Shoah

Entrano nel vivo i festeggiamenti dedicati alla ricorrenza più pazza e più colorata dell'anno: il Carnevale. Due giorni all'insegna di serate musicali, veglioncini e sfilate attendono gli amanti delle feste in maschera

Entrano nel vivo i festeggiamenti dedicati alla ricorrenza più pazza e più colorata dell’anno: il Carnevale. Due giorni all'insegna di serate musicali, veglioncini e sfilate attendono gli amanti delle feste in maschera. Allo 0831 Space di Brindisi, sabato 30 gennaio, ci si potrà vestire con il tipico abbigliamento anni ’70 per la Festa del Sabato Sera. A Mesagne domenica 31, invece, si svolgerà la prima sfilata dei carri allegorici mentre a San Donaci i più piccoli potranno scatenarsi nel veglioncino organizzato dall’associazione “Girotondo”.

Per chi vuole trascorrere una serata a teatro, invece, l'appuntamento è per sabato sabato 30 gennaio all'Eden a Brindisi dove festa 0831 space-2andranno in scena le epiche avventure di Ulisse con lo spettacolo che ne racconta i viaggi. Non mancano, inoltre, gli eventi religiosi in onore di San Giovanni Bosco che ricorre domenica: a Oria per l’occasione ci sarà anche una premiazione alle eccellenze del territorio nell’ambito del premio nazionale “Donato Carbone”, dedicato alla memoria di Stefano Cucchi. A San Pietro Vernotico, nei pressi dell’omonima chiesa, per i festeggiamenti in onore di San Giovanni Bosco sarà accesa la tradizionale Fòcara. Faranno da cornice festeggiamenti e degustazioni. 

Continuano invece gli appuntamenti per ricordare la Shoa. Oggi, 29 gennaio, al teatro Olmi di Latiano ci sarà il concerto in memoria di Shlomo, sopravvissuto italiano allo sterminio ebreo, scomparso qualche anno fa in tarda età; la sua testimonianza è stata determinante per ricostruire gli orrori del passato. La scuola protagonista nel tramandare, inoltre, include nell’offerta formativa che presenta agli studenti e alle famiglie, anche iniziative legate al ricordo della storia tragica del Paese, proprio in questi giorni sono numerosi gli incontri di orientamento scolastico in tutta la provincia. Il prossimo fine settimana sarà dedicato all’offerta del liceo Artistico e Musicale “Simone Durano”, dell’Itis “Giorgi, dell’Istituto comprensivo “Santa Chiara”, mentre a Palazzo Guerrieri si svolgerà l’Open Day territoriale che coinvolgerà 16 scuole del territorio.

Ricorre ormai da oltre un decennio, da quando, il 1° novembre 2005, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha sancito il giorno della Memoria come ricorrenza e commemorazione delle vittime dell’Olocausto, il più grande genocidio che la storia recente ricordi. Era il 27 gennaio del 1945 quando le truppe sovietiche arrivarono per prime presso il campo di concentramento di Auschwitz in Polonia e liberò pochi fortunati superstiti scampati alla “soluzione finale” di uno scellerato piano che prevedeva l’annientamento di un’intera razza umana, gli ebrei. Da allora e per molti decenni si è taciuto sugli orrori causati da quel piano che vedeva il coinvolgimento o la complicità di numerosi capi di Stato e di Governo.

I cambiamenti geopolitici avvenuti tra la fine del ‘900 e i primi anni del terzo millennio, hanno tuttavia reso necessario tener vivo il ricordo di quanto accadde affinchè non si ripeta mai più. Così ogni anno dal 27 gennaio e per tutto il mese di febbraio si ricorda attraverso iniziative di ogni genere. Il modo migliore per prendere coscienza di quanto avvenne in quella parte di Europa è di calpestare quella terra intrisa di sangue di milioni di innocenti. Molti enti istituzionali hanno promosso e organizzato viaggi-studio per ragazzi. Finora custodi degli accadimenti erano stati la produzione cinematografica e letteraria;  solo negli ultimi anni anche il teatro e la scuola hanno avuto iniziative di notevole spessore. Rappresentazioni, incontri, presentazioni stimolano al confronto e alla riflessione su come il genere umano possa essere capace di far del male ai propri simili e scongiurano un ritorno al passato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feste di Carnevale, folklore e teatro ma anche eventi dedicati alla Shoah

BrindisiReport è in caricamento