Avevano in casa 350 grammi di marijuana, due arresti a Brindisi

Finiscono ai domiciliari un 30enne e una ragazza di 19 anni. Parte della droga era già divisa in dosi

BRINDISI - I carabinieri della stazione di Brindisi Centro hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, D.B. di 30 anni e una ragazza, E.I, 19enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel pomeriggio di ieri 22 maggio, nel corso di una perquisizione domiciliare, sono stati trovati in possesso di complessivi 350 grammi di marijuana, di cui 50 grammi suddivisi in dosi, nonché un bilancino di precisione, il tutto occultato in un arredo dell’armadio della camera da letto. Lo stupefacente e il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. Su disposizione del pm di turno, dopo le formalità di rito, gli indagati sono stati tradotti presso la loro abitazione in regime di arresti domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento