rotate-mobile
Cronaca Strada per Pandi

Arresto lampo della polizia: presi ladri di rame. Avevano una tonnellata di cavi

Cavi di rame del peso complessivo di oltre una tonnellata sono stati asportati nel tardo pomeriggio di oggi dallo stabilimento dove è in fase di realizzazione il termovalorizzatore di rifiuti solidi urbani. Due le persone arrestate per furto aggravato: Alessandro Coluccello 26 anni e Giovanni Nigro, 30 anni, entrambi di Brindisi già noti

BRINDISI – Cavi di rame del peso complessivo di oltre una tonnellata sono stati asportati nel tardo pomeriggio di oggi dallo stabilimento dove è in fase di realizzazione il termovalorizzatore di rifiuti solidi urbani e non dalla concessionaria Volkswagen come era stato segnalato inizialmente alla sala operativa della questura, situata di fronte allo stabilimento, sulla strada per Pandi. Due le persone arrestate per furto aggravato: Alessandro Coluccello 26 anni e Giovanni Nigro, 30 anni, entrambi di Brindisi già noti. Durante la perquisizione domiciliare sono stati trovati in possesso di una pistola a salve e due fucili ad aria compressa.

Il furto è stato perpetrato poco dopo le 18: i due hanno raggiunto l'impianto a bordo di un furgone Ducato di colore bianco, armati di pistola e con il volto coperto da passamontagna. Il personale della società Saic che svolge servizio di portierato all'interno della struttura, però, si è immediatamente accorto dell'intrusione dei malviventi e non ha esitato a contattare il 113.

Nel frattempo i due ladri si sono accorti di essere stati scoperti e dopo aver minacciato il custode si sono dati alla fuga. Sul posto si sono recate tre pattuglie della Sezione volanti della questura di Brindisi diretta dal vicequestore Alberto D'Alessandro che hanno immediatamente avviato le ricerche della banda, il furgone con a bordo i due ladri è stato intercettato poco dopo su una stradina che si interseca con la litoranea sud. Uno dei due ladri si è dato alla fuga ma entrambi sono stati catturati pochi minuti dopo.
Già nella serata di sabato era stata segnalata la presenza di alcune persone sospette all’interno dell'impianto. In quel caso, però, i malintenzionati sfuggirono ai poliziotti per una manciata di minuti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto lampo della polizia: presi ladri di rame. Avevano una tonnellata di cavi

BrindisiReport è in caricamento