Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Asl, accalappiacani accusato di peculato: “Usava auto aziendale per motivi privati”

Il pm Raffaele Casto ha chiesto il processo per un operatore tecnico del servizio veterinario. L’azienda parte civile

BRINDISI – L’auto della Asl che aveva per motivi di servizio sarebbe stata usata anche per spostamenti privati. Per il pm ci sono tutti gli estremi per contestare e chiedere il processo con l’accusa di peculato nei confronti di un operatore tecnico del servizio veterinario dell’Azienda sanitaria locale di Brindisi.

L’udienza preliminare

La direzione della Asl di BrindisiAd esercitare l’azione penale nei confronti dell’accalappiacani, residente in un comune della provincia, è stato il sostituto procuratore Raffaele Casto, a conclusione di una indagine partita lo scorso anno. La contestazione è stata mossa con riferimento a tutto il 2018. La decisione sul rinvio o meno al giudizio del Tribunale, spetta al giudice per l’udienza preliminare Valerio Fracassi. Dinanzi al gup, ci sarà anche la Asl di Brindisi con l’avvocato Maurizio Friolo, al quale è stato conferito il mandato per rappresentare in giudizio l’Azienda sanitaria e chiedere il risarcimento dei danni, anche per lesione dell’immagine.

Il peculato

L’avviso di fissazione dell’udienza preliminare è stato notificato alle parti nei giorni scorsi. Il dipendente del servizio Veterinario della Asl è stato riconosciuto come “pubblico ufficiale o incaricato di un pubblico servizio che, avendo per ragione del suo ufficio o servizio il possesso o comunque la disponibilità di denaro o di altra cosa mobile altrui, se ne appropria”.

In caso di condanna, si rischiano da quattro anni a dieci anni e sei mesi. “Si applica la pena della reclusione da sei mesi a tre anni quando il colpevole ha agito al solo scopo di fare uso momentaneo della cosa, e questa, dopo l'uso momentaneo, è stata immediatamente restituita”. Qualora l’accusa mossa dal pm dovesse trovare conferma a conclusione dei tre gradi di giudizio, il dipendente del servizio Veterinario rischia anche il licenziamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl, accalappiacani accusato di peculato: “Usava auto aziendale per motivi privati”

BrindisiReport è in caricamento