Cronaca Centro Storico / Via Santi

Assalto in banca: rapinatore preso dalla polizia mentre tornava a casa su un taxi

Un rapinatore ha assaltato intorno alle ore 9 di oggi (26 novembre) la Banca nazionale del lavoro di via Santi, nel cuore del centro di Brindisi, a una manciata di metri dal teatro Verdi. Da quanto appreso pare si tratti di una persona con il volto parzialmente coperto da un basco. L'uomo avrebbe minacciato il cassiere con una pistola

Rapina alla Banca nazionale del lavoro

BRINDISI – Un rapinatore ha assaltato intorno alle ore 9 di oggi (26 novembre) la Banca nazionale del lavoro di via Santi, nel cuore del centro di Brindisi, a una manciata di metri dal teatro Verdi. Da quanto appreso pare si tratti di una persona con il volto parzialmente coperto da un bascp. L'uomo avrebbe minacciato il cassiere con una pistola, costringendolo a consegnargli il denaro contenuto nel registratore di cassa, pari a oltre 1000 euro.

Alcune persone hanno tentato di bloccarlo,  ma il malvivente è riuscito a divincolarsi, dileguandosi a piedi per le vie limitrofe. Sul posto si sono recati diversi equipaggi di polizia e carabinieri. Le forze dell’ordine stanno dando la caccia al delinquente in città. 

Il fuggitivo indossava un giubbino di colore blu. Da quanto riferito da alcuni testimoni parlava con accento barese. Il metal detector di cui sono dotate le porte di sicurezza dell'istituto di credito non si è attivato. E' plausibile quindi che l'arma fosse giocattolo. Le ricerche del bandito si stanno concentrando nei pressi della stazione ferroviaria, poiché si nutre il sospetto che questi possa salire a bordo di un treno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

AGGIORNAMENTO DELLE 10.23: Il rapinatore è stato catturato dai poliziotti della Squadra mobile al comando del vicequestore Alberto Somma e trasferito negli uffici della questura per le Giuseppe Giardino 24 anni-2formalità inerenti al suo arresto. E' stato fermato a bordo di un taxi sulla superstrada tra Fasano e Monopoli. Gli agenti hanno saputo che si stava dirigendo verso Bari dopo un sopralluogo presso la stazione ferroviaria di Brindisi dove alcuni testimoni avrebbero riferito ai poliziotti di aver visto un uomo con accento barese salire su un taxi.

Il veicolo è stato individuato in pochi minuti e l'autista è stato chiamato al telefono da un poliziotto che gli ha spiegato quello che stava accadendo e cioè che in auto aveva un rapinatore, "Fai finta che sono tua moglie", gli avrebbe detto dandogli subito indicazioni su dove e come fermarsi. Nel frattempo alcune pattuglie della polizia sono giunte sul luogo convenuto e per il rapinatore non c'è stato scampo. La pistola, risultata poi giocattolo e il giubbotto, erano già stati abbandonati in piazza Cairoli. Aveva chiesto al cassiere della banca la somma di 4mila euro. 

AGGIORNAMENTO DELLE 11.20: La persona arrestata si chiama Giuseppe Giardino, 24 anni di Bari. I soldi erano nascosti nelle scarpe. La pistola è stata trovata in un'aiuola di piazza Cairoli dai poliziotti di quartiere della Sezione volanti al comando del vicequestore Alberto D'Alessandro, anche loro impegnati nella ricerca del bandito. 

L'ARRIVO IN QUESTURA DEL PRESUNTO RAPINATORE: VIDEO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto in banca: rapinatore preso dalla polizia mentre tornava a casa su un taxi

BrindisiReport è in caricamento