Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

"Emiliano lavori per fermare Tap e carbone"

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento dell'ex capogruppo consiliare di “Brindisi bene comune”, Riccardo Rossi, sull’audizione in commissione Antimafia del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano

BRINDISI – Riceviamo e pubblichiamo l’intervento dell'ex capogruppo consiliare di “Brindisi bene comune”, Riccardo Rossi, sull’audizione in commissione Antimafia del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, nell’ambito della quale il governatore ha riferito che l’ente è pronto ad appoggiare un decreto legge speciale del governo per trasferire dalla marina di Melendugno (Lecce) a Brindisi il punto d’approdo del gasdotto Tap.

Il presidente della Regione Michele Emiliano continua la sua battaglia per spostare la Tap a Brindisi, una battaglia che trova tutta la città contraria. Ad Emiliano diciamo che dovrebbe invece concentrarsi sulla battaglia contro la Tap ovunque possa essere l’approdo. La Tap è un’opera inutile, non serve all’Italia, così come non serve ai pugliesi e ai brindisini. Serve solo ai grandi interessi delle multinazionali che ancora una volta vogliono usare il nostro territorio per i loro profitti.

Emiliano dice una cosa giusta quando dice che occorre smettere di bruciare carbone a Brindisi, ma sbaglia quando pone come unica possibile soluzione la Tap. Lavori per fermare la Tap ed il carbone opponendosi ad entrambi nei procedimenti autorizzativi.

Possiamo fermare il carbone senza dover svendere ancora una volta il nostro territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Emiliano lavori per fermare Tap e carbone"

BrindisiReport è in caricamento